Luglio 7, 2022

Basilicata Press

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, reportage e podcast relativi all'Italia

Un mese prima delle Olimpiadi invernali del 2022, il governo di Pechino passa il “ciclo chiuso”

PECHINO (Reuters) – A solo un mese dall’inizio delle Olimpiadi invernali di Pechino, gli organizzatori hanno lanciato un’operazione “a circuito chiuso” per prevenire la diffusione del Kovit-19 tra gli atleti e per evitare che trapelasse al pubblico cinese.

I Giochi del 2022 si svolgeranno il 4 febbraio, in un momento in cui il mondo si sta avvicinando alla variante Omigron più pervasiva, sebbene la Cina, che ha una politica governativa di tolleranza zero, abbia segnalato solo una manciata di casi Omigron.

La bolla del “circuito chiuso”, che esce solo se i partecipanti lasciano il Paese o sono isolati, è stata attivata come previsto martedì, lo stesso giorno in cui il presidente Xi Jinping ha visitato diversi impianti sportivi, hanno detto mercoledì gli organizzatori.

Xi ha espresso la “ferma convinzione” che il personale sportivo continuerà a eccellere in tutti i preparativi per garantire il successo assoluto delle Olimpiadi invernali e delle Paralimpiadi di Pechino, ha detto mercoledì l’emittente statale CCTV.

Le restrizioni sugli stadi di Pechino e Zhangjiajou nella vicina provincia di Hebei saranno molto più severe di quanto non fossero alle Olimpiadi di Tokyo la scorsa estate.

Martedì, l’unità di arrivo e partenza a circuito chiuso all’aeroporto internazionale di Pechino Capitol ha gestito il primo volo di passeggeri dalla Narida di Tokyo, secondo quanto riportato da China’s Civil Aviation News.

Il circuito controlla il personale addetto allo sport all’interno e intorno ai Giochi Olimpici per evitare il rischio di contatto e diffusione con la popolazione locale. I partecipanti stranieri voleranno direttamente dentro e fuori dall’anello chiuso.

Si prevede che più di 2.000 atleti internazionali verranno in Cina per il gioco, con altri 25.000 “partner” in gran numero dall’estero. Gli organizzatori non hanno detto quanti di loro sarebbero stati nell’anello chiuso.

READ  La principale ferrovia giapponese ora alimentata solo da energia rinnovabile

La rapida diffusione di Omicron presenta ulteriori sfide nella prevenzione delle esplosioni negli sport, che gli esperti di salute preoccupano non avranno un pubblico internazionale.

Gli organizzatori hanno affermato di aspettarsi l’impatto del governo 19 alle Olimpiadi, ma hanno espresso fiducia nei loro piani di controllo.

Oltre al COVID, paesi tra cui Stati Uniti, Canada e Australia stanno sfumando i preparativi per i Giochi con il boicottaggio diplomatico per protestare contro il record dei diritti umani della Cina nello Xinjiang e a Hong Kong, il che significa che non verranno inviati alla politica o a Hong Kong. Rappresentanti diplomatici.

La Cina nega qualsiasi violazione dei diritti umani ed esorta i Paesi a smettere di interferire nei suoi affari interni ea fermare la “politica sportiva”.

(Rapporto della sala stampa di Pechino; montaggio di Michael Perry)


Immagine del file: il sole tramonta su un edificio con cinque anelli olimpici il 30 novembre 2021 a Pechino, in Cina. REUTERS / Thomas Peter

Foto del file: una persona va in bicicletta davanti al flagship store per le Olimpiadi invernali di Pechino 2022 a Pechino, in Cina, l'8 dicembre 2021.  REUTERS / Carlos Garcia Rawlins
Foto del file: una persona va in bicicletta davanti al flagship store per le Olimpiadi invernali di Pechino 2022 a Pechino, in Cina, l’8 dicembre 2021. REUTERS / Carlos Garcia Rawlins

(C) Brevetto Thomson Reuters 2022. Fare clic per le restrizioni –
https://agency.reuters.com/en/copyright.html