Luglio 7, 2022

Basilicata Press

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, reportage e podcast relativi all'Italia

Uccidere gli anziani del Giappone? Il film di Cannes sonda un’idea agghiacciante

Emesso il: Modificato:

Cannes (Francia) (AFP) – Una regista giapponese sta scuotendo il pubblico cinematografico di Cannes fino al midollo con una visione distopica del suo paese in cui gli anziani accettano di subire l’eutanasia per risolvere la sfida di una popolazione che invecchia rapidamente.

“Plan 75” della regista e scrittrice giapponese Chie Hayakawa si basa su un problema molto reale.

Il Giappone è la società industriale che invecchia più rapidamente, una tendenza che sta causando enormi problemi economici e politici poiché un numero sempre più basso di giovani deve sostenere un esercito crescente di anziani.

Quasi il 30% della popolazione giapponese ha più di 65 anni, la maggioranza è donna, e si prevede che tale tasso continuerà ad aumentare nei prossimi decenni.

Nel film, chiunque abbia più di 75 anni è incoraggiato a firmare un accordo con il governo in base al quale riceve una somma di denaro in cambio dell’accettazione dell’eutanasia. Un funerale collettivo viene organizzato gratuitamente.

Campagne pubblicitarie brillanti e chiamate di persone con voci rilassanti fanno parte dello sforzo per convincere le persone a registrarsi. I bei consulenti elencano i piccoli piaceri che i candidati potrebbero permettersi con i soldi. “Potrai andare al ristorante”, dice uno.

“A prima vista, il Piano 75 del governo è pieno di buona volontà, cordialità e pragmatismo, ma in verità è sia molto crudele che vergognoso”, ha detto Hayakawa in un’intervista ad AFP.

“L’invecchiamento della popolazione non è un problema recente, ho sempre sentito persone che ne discutevano”, ha detto.

“Quando ero giovane, una lunga vita era considerata una buona cosa, le persone rispettavano le persone anziane. Non è più così”, ha aggiunto il regista 45enne.

READ  Un politico giapponese lancia un nuovo piano per ridurre i divari salariali dell'industria degli anime

‘Freddo e crudele’

“Plan 75”, il primo lungometraggio di Hayakawa, è pieno di sequenze lente con un movimento minimo della telecamera.

“Volevo che le immagini fossero estetiche e belle, oltre che fredde e crudeli, proprio come il piano stesso”, ha detto.

Alla domanda su quanto sia vicino alla realtà giapponese di oggi il suo scenario, Hayakawa ha risposto rapidamente “otto su 10”.

Ha detto di aver intervistato persone anziane come parte della sua ricerca per il film e ha scoperto che molti hanno trovato merito nell’idea di acquistare sicurezza finanziaria con la loro volontà di porre fine alla loro vita.

“Allevierebbe lo stress di chiedersi come possono sopravvivere una volta che sono soli. Scegliere il momento e il metodo della loro morte potrebbe essere molto rassicurante”, ha detto.

Ha detto che l’approccio avrebbe trovato sostegno anche tra le generazioni più giovani.

“Se un tale piano fosse sul tavolo oggi, credo che molte persone lo accetterebbero, anzi lo accoglierebbero come una soluzione praticabile”, ha detto.

“La maggior parte dei giovani si preoccupa già di come sarà la fine della propria vita. I loro bisogni primari saranno soddisfatti? Riusciranno a sopravvivere una volta che vivono da soli? Possono permettersi di invecchiare?” lei disse.

Invece di incolpare il governo, Hayakawa ha detto che molti giovani erano risentiti per i vecchi.

“Sono frustrati e arrabbiati perché lavorano duramente per sostenere gli anziani, ma pensano che, quando sarà il loro turno, potrebbe non esserci nessuno a sostenerli”, ha detto.

“Quello che mi preoccupa molto è che siamo in una realtà sociale che favorirebbe molto una soluzione così radicale”, ha detto. “È spaventoso.”

READ  Il Giappone è in preda a una "guerra delle patate" mentre la carenza di spud colpisce duramente McDonald's

Hayakawa ha detto che il suo film non presumeva di offrire una soluzione per gestire la crisi dell’età. “Ma una valutazione onesta di dove siamo oggi sarebbe già un passo fondamentale”, ha affermato.