Luglio 7, 2022

Basilicata Press

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, reportage e podcast relativi all'Italia

Secondo un sondaggio, quasi la metà delle aziende giapponesi considera lo yen debole un danno per le imprese

L’immagine illustrativa mostra le banconote giapponesi da 10.000 yen sparse in un ufficio del World Currency Shop a Tokyo in questa immagine illustrativa del 9 agosto 2010. REUTERS / Yuriko Nakao / File foto / File foto / File foto

Registrati ora per un accesso illimitato GRATUITO a Reuters.com

TOKYO, 14 giugno (Reuters) – Quasi la metà delle aziende giapponesi considera lo yen debole un male per il proprio business, secondo un sondaggio privato di martedì, secondo cui il recente forte calo della valuta sta danneggiando il sentiment degli affari e offuscando le prospettive economiche.

Il calo dello yen al minimo di 24 anni rispetto al dollaro sta gonfiando il costo delle importazioni di materie prime, danneggiando i rivenditori e le famiglie e creando un mal di testa per i politici che dovranno affrontare le elezioni della camera alta il mese prossimo.

Alla domanda su come il calo dello yen a circa 130 per dollaro stesse influenzando la loro attività, il 46,7% delle aziende intervistate ha affermato che l’impatto è stato negativo, ha mostrato il sondaggio di Tokyo Shoko Research.

Registrati ora per un accesso illimitato GRATUITO a Reuters.com

Circa il 21,7% ha affermato che lo yen debole ha avuto effetti sia positivi che negativi, mentre il 28,5% ha affermato che non ha avuto alcun impatto. Solo il 3% ha affermato che la caduta dello yen è stata positiva per i propri affari.

Tra le società più piccole, il rapporto tra coloro che hanno ritenuto che lo yen più debole fosse negativo per la propria attività è stato del 48,2%.

READ  Gli stati dell'AIE concordano sul rilascio coordinato del petrolio ma non sui volumi: Giappone

Lo yen si è attestato a 134,55 per dollaro martedì, dopo aver toccato il minimo di 24 anni di 135,22 lunedì. Quest’anno è sceso del 14% rispetto al dollaro.

Il questionario del sondaggio è stato inviato dal 1 al 9 giugno a 5.667 aziende; 2.649 hanno risposto.

I politici giapponesi hanno intensificato gli avvertimenti verbali contro i bruschi ribassi dello yen, ma le loro osservazioni hanno avuto scarso effetto nel rallentare il deprezzamento della valuta.

Molti attori del mercato si aspettano che il calo dello yen continui mentre gli investitori si concentrano sulla divergenza politica tra la Bank of Japan, che ha promesso di mantenere i tassi di interesse estremamente bassi, e la sua controparte statunitense, che sta pianificando rialzi dei tassi aggressivi.

Registrati ora per un accesso illimitato GRATUITO a Reuters.com

Reportage di Leika Kihara; Montaggio di Bradley Perrett

I nostri standard: I principi di fiducia di Thomson Reuters.