Novembre 30, 2021

Basilicata Press

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, reportage e podcast relativi all'Italia

`Portare la natura in’: i giardini giapponesi parlano da soli oggi

I giardini in stile giapponese catturarono per la prima volta l’immaginazione del pubblico alla World’s Fair del 1893 a Chicago, negli Stati Uniti, che divenne una delle caratteristiche preferite dei giardini dell’età dell’oro e successivamente adattati alle case moderne a pianta aperta.

Oggi si sono evoluti e molti continuano a promuovere il design del giardino cercando di creare una connessione più stretta tra spazi interni ed esterni.

“Uno dei motivi per cui i giardini hanno così tanto successo in Giappone è che il rapporto casa-giardino è così ben integrato. Ci sono splendide viste sul giardino e viste senza soluzione di continuità. Dice Usher Brown.

“Mi piace decisamente quell’estetica.”

Sadafumi Uchiyama, supervisore capo del Japanese Garden a Portland, Oregon e direttore dell’International Japanese Garden Training Center, afferma che il paese è andato oltre caratteristiche simili come l’illuminazione del giardino giapponese e le ciliegie e gli aceri giapponesi importati. Uchiyama è un giardiniere giapponese di terza generazione del sud del Giappone.

In primo luogo, dice, i giardini giapponesi negli Stati Uniti “hanno copiato lanterne di pietra, bacini d’acqua e scale. Ma gradualmente, hanno iniziato a progettare giardini originali e reali. Ora guardiamo molto da vicino alla qualità”, con libri e competenze ampiamente disponibili.

Secondo la North American Japanese Garden Association, ci sono più di 200 giardini pubblici in stile giapponese negli Stati Uniti, incluso un inventore di giardini giapponesi nordamericani sul suo sito web. Il primo include il giardino giapponese di Portland; Shofuso casa giapponese e giardino a Filadelfia; Anderson Japanese Gardens a Rockford, Illinois; E un parco amichevole giapponese a San Diego.

Nell’estetica giapponese, afferma Brown, gli spazi del giardino sono intrecciati con gli spazi interni, in modo che ogni scena di una casa abbia l’aspetto completo del giardino che lo circonda, quasi come un dipinto.

READ  Analisi dei driver di sviluppo del mercato dei pressostati per condizionatori d'aria per autoveicoli, tendenze ed entro il 2027

“Almeno in Giappone, sembra esserci un’idea importante che esiste da secoli, ed è quella di portare la bellezza della natura nella vita di tutti i giorni”, dice.

Altre idee estetiche che sostiene sono ora ampiamente apprezzate dall’equilibrio asimmetrico, e la bellezza e il significato di rocce, pietre e massi sono le “ossa” di un composto che può quindi essere riempito a supporto con le piantagioni.

John Powell, un giardiniere ed esperto di potatura di Weatherford, in Texas, che si è formato in Giappone, afferma che “i giardini giapponesi sono ispirati dall’interazione perfetta tra spazi interni ed esterni, che innesca il mondo naturale più ampio, a volte uno spazio più compatto”.

“Questo è un grande cambiamento rispetto agli Stati Uniti, dove tradizionalmente decorare l’esterno della casa era paesaggistico, ma molto disconnesso dallo spazio interno. Penso soprattutto oggi, spiega che l’idea di collegare l’interno e l’esterno è un estetica a cui molte persone aspirano.

Powell spiega che l’estetica del giardino giapponese è “molto semplice, ma è la cosa più difficile a cui abbia mai pensato in vita mia”.

In termini di sostenibilità, c’è stato un grande cambiamento nel modo di pensare ai giardini in stile giapponese, che si sono allontanati dai giardini modello, che sembrano più giardini botanici, e fanno un maggiore uso di piante adattabili all’ambiente locale.

“È possibile creare un meraviglioso giardino giapponese utilizzando tutte le piante autoctone”, afferma Brown.

Per gli amanti della natura specializzati nell’estetica del giardino giapponese, è un malinteso persistente che questi giardini abbiano poca o nessuna manutenzione.

Non c’è niente senza manutenzione, ea volte i giardini in stile giapponese richiedono più manutenzione di altri giardini, concordano.

READ  Il Primo Ministro giapponese chiede un aumento salariale del 3% nei colloqui sul lavoro del prossimo anno - Kyoto

“Non si tratta di grandi progetti di pulizia e potatura, ma di piccole azioni standard. Ogni volta che cammino in giardino raccolgo aghi di pino, detriti o foglie”, afferma Uchiyama.

“In Giappone, solo il 20% circa della terra è abitabile, quindi le persone stanno imparando a prendersi cura del proprio ambiente. Un modo, aumentando la pulizia e la manutenzione. Riguarda un atteggiamento, la cura e il modo in cui vedi le cose.