Ottobre 2, 2022

Basilicata Press

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, reportage e podcast relativi all'Italia

Perché la guerra ai dischi del Giappone potrebbe rivelarsi un altro flop Giappone

Il ministro del digitale giapponese ha dichiarato guerra ai floppy disk, decenni dopo che la tecnologia è diventata in gran parte obsoleta, ma potrebbe incontrare l’opposizione di devoti nostalgici all’interno della vasta burocrazia del paese.

Taro Kono ha affermato che avrebbe ampliato la sua ricerca per liberare la burocrazia da strumenti obsoleti eliminando gradualmente i dischi e spostando le procedure amministrative online.

Kono, che ha già chiarito disprezzo per i fax e i sigilli personali Hanko, ha affermato che le aziende erano ancora tenute a utilizzare i dischi per completare 1.900 procedure relative al governo come la presentazione di domande e altri documenti.

“Il ministro del digitale dichiara guerra ai floppy disc”, ha detto in lingua inglese twittare di mercoledì.

“[The] L’agenzia digitale è quella di cambiare quei regolamenti in modo da poterli utilizzare online”.

Kono ha detto ai giornalisti questa settimana che la sua agenzia avrebbe riesaminato l’uso di floppy e altri dischi “rapidamente”, aggiungendo che la spinta alla modernizzazione ha avuto il sostegno del primo ministro, Fumio Kishida.

Giappone non è il solo ad aggrapparsi ai floppy disk molto tempo dopo che la maggior parte delle aziende e degli enti pubblici li ha ritenuti antiquati. L’aviazione statunitense ha sostituito i floppy disk che aveva utilizzato per gestire l’arsenale nucleare del paese solo nel 2019, quasi un decennio dopo che Sony ha smesso di produrli.

Dopo essere stato nominato ministro degli Affari digitali in a rimpasto di governo All’inizio di questo mese, Kono ha scherzato sul compito di trascinare la burocrazia giapponese nell’era digitale. “Andiamo, non c’è più nulla di analogo nella nostra società straordinariamente avanzata”, ha twittato in risposta a un commento sulla sua nomina. “Oops, il mio fax si sta inceppando!”

READ  La mancanza di passaporto per vaccini integrato e test minaccia di riaprire il Giappone

Ma non vi è alcuna garanzia che Kono, un ex ministro degli Esteri che è stato indicato come futuro primo ministro, scaccerà del tutto i floppy disk.

Nel 2021, da ministro della riforma amministrativa, ha lanciato una crociata personale contro Hanko – sigilli ufficiali usati per firmare contratti e altri documenti – e fax, che ha accusato di aver seppellito i burocrati del governo nazionale e locale in montagne di carta.

Ai ministeri del governo è stato chiesto di porre fine ai requisiti Hanko per centinaia di procedure, inclusi gli adeguamenti fiscali di fine anno e le dichiarazioni dei redditi, ma i rapporti affermano che i sigilli e i fax sono ancora in uso.

La rivoluzione digitale di Kono ha incontrato la resistenza di funzionari che credono che i media fisici offrano un grado di autenticità che un’e-mail non offre, mentre i politici di una regione nota per la produzione di hanko finemente intagliati lo hanno accusato di aver attaccato un “simbolo del Giappone”.

Centinaia di uffici governativi hanno affermato che bandire i fax sarebbe “impossibile”, affermano i media, citando preoccupazioni per la sicurezza delle informazioni sensibili e “ansia per l’ambiente di comunicazione” se passassero esclusivamente alla posta elettronica.

Anche i floppy disk hanno i loro campioni.

I dischi “non hanno quasi mai rotto o perso dati”, Yoichi Ono, un funzionario del rione di Meguro di Tokyo, ha detto a Nikkei Asia l’anno scorso quando il governo locale ha deciso di eliminare gradualmente i floppy e altri dati di archiviazione fisica.

Il reparto aveva precedentemente salvato le informazioni sui pagamenti ai dipendenti su floppy che sono stati poi portati alla banca per l’elaborazione. Chiyoda, un altro rione di Tokyo, ha detto che seguirà l’esempio “entro pochi anni”, secondo il Nikkei.

READ  Testa gigante indossabile da bambino, enorme zaino randoseru parte di una mostra d'arte che stimola l'empatia in Giappone