Maggio 28, 2022

Basilicata Press

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, reportage e podcast relativi all'Italia

Olimpiadi – Pattinaggio di figura – La squadra giapponese spera di ottenere medaglie a Pechino nonostante il caso di doping

PECHINO: A margine dello scandalo del doping che ha coinvolto la pattinatrice russa Kamila Valieva, i pattinatori del Team Japan sperano di ricevere le loro medaglie per l’evento della squadra di pattinaggio artistico a Pechino, ha affermato domenica il Comitato olimpico giapponese.

“Non stanno davvero pensando al problema del doping o alla medaglia che riceveranno. Sono più interessati alla cerimonia delle medaglie e si chiedono se potranno ritirare le loro medaglie mentre sono a Pechino”, lo chef di missione giapponese Hidehito Ito, ha detto in una conferenza stampa.

I pattinatori giapponesi sono arrivati ​​​​terzi nell’evento di pattinaggio artistico a squadre lunedì, dietro Russia e Stati Uniti, prima che si diffondesse la notizia di un test antidoping positivo che coinvolgeva la quindicenne Valieva, parte dell’ensemble del Comitato Olimpico Russo (ROC) che ha vinto il evento.

Il futuro di Valieva ai Giochi dovrebbe essere deciso dopo un’udienza della Corte Arbitrale dello Sport (CAS) alle 20:30 ora di Pechino (1230 GMT).

In attesa dei risultati finali anche le squadre di Stati Uniti e Giappone.

“Gli atleti sono un po’ delusi dal fatto di dover aspettare che avvenga la cerimonia della medaglia: avevano davvero lavorato così duramente per quella medaglia”, ha detto Ito.

Lo chef de mission ha affermato che il Comitato olimpico giapponese accetterà i risultati del caso doping.

“E’ un peccato che la tempistica della premiazione non sia stata ancora decisa, ma non riguarda il Giappone, quindi vorremmo astenerci dal commentare il caso di Valieva”, ha detto Ito.

“Riteniamo che le organizzazioni competenti adotteranno le misure necessarie in modo da non commentare la questione”, ha affermato.

READ  Deromanticizzare il Paese della neve del Giappone - Recensione di Tokyo

(Segnalazione di Sakura Murakami; Montaggio di Robert Birsel)