Luglio 7, 2022

Basilicata Press

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, reportage e podcast relativi all'Italia

Nuove specie di dinosauri con enormi artigli simili a coltelli trovati in Giappone: studio

Il fossile è il primo ad essere trovato in Asia nei sedimenti marini.

Un nuovo studio ha rivelato che un dinosauro bipede con coltelli al posto delle dita vagava per le coste dell’Asia tra 66 milioni e 145 milioni di anni fa.

Secondo Scienza dal vivo, il nuovo genere e specie del dinosauro vissuto durante il Cretaceo è stato identificato dai resti fossili rinvenuti a Hokkaido, l’isola settentrionale del Giappone. Il fossile è il primo ad essere trovato in Asia nei sedimenti marini, hanno informato i ricercatori degli Stati Uniti e del Giappone.

Il fossile rappresenta una specie recentemente descritta, che i ricercatori hanno chiamato “Paralitherizinosaurus japonicus”. Secondo lo studio, il dinosauro apparteneva a un gruppo noto come Therizinosaurs – dinosauri bipedi e principalmente erbivori a tre dita.

Leggi anche | Il più grande dinosauro predatore d’Europa “Trovato dal cacciatore di fossili del Regno Unito

L’aspetto più notevole di questa specie è che aveva artigli simili a spade. I ricercatori hanno spiegato che il Edward mani di forbice-come le armi venivano usate per tagliare la vegetazione piuttosto che eviscerare le prede degli animali.

“[This dinosaur] ha usato i suoi artigli come strumenti di foraggiamento, piuttosto che strumenti di aggressione, per avvicinare arbusti e alberi alla sua bocca per mangiare “, il coautore dello studio Anthony Fiorillo, professore di ricerca presso il Dipartimento di Scienze della Terra di Roy M. Huffington presso la Southern Methodist University (SMU) a Dallas, ha detto Scienza dal vivo.

“Riteniamo che sia morto sulla terraferma e portato in mare”, ha aggiunto Fiorillo.

READ  Giappone: primo caso di importazione parallela antitrust risolto con procedure di impegno

Il fossile a forma uncinata con una vertebra parziale e un polso e un avampiede parziali è stato originariamente scoperto nel 2008 nella Formazione Osoushinai, ricca di fossili, a Hokkaido, in Giappone, da un diverso team di ricercatori. Il fossile era racchiuso in una concrezione – un deposito minerale indurito – al momento della sua scoperta, e in precedenza si credeva che appartenesse a un terizinosauro.

Tuttavia, a causa della mancanza di dati comparativi all’epoca, i ricercatori originali non sono stati in grado di trarre conclusioni definitive, hanno affermato i rappresentanti dell’Università di Hokkaido in una nota. Ora, con lo sviluppo dei dati che consentono di classificare il terizinosaurus in base alla morfologia degli artigli dell’avampiede, gli scienziati hanno deciso di rivisitare il fossile.

Leggi anche | Trovato un rettile volante “Drago della morte”. Visse 86 milioni di anni fa

Sulla base della loro analisi, gli autori del nuovo studio hanno concluso che il fossile apparteneva a un terizinosauro. Basandosi solo sull’esemplare, è impossibile sapere con certezza quanto fosse grande il terizinosauro, ha detto Fiorillo Scienza dal vivo. Tuttavia, ha aggiunto che il dinosauro era “considerevole”, che poteva crescere fino a 30 piedi di lunghezza (9 metri) e pesare fino a 3 tonnellate.