Dicembre 6, 2022

Basilicata Press

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, reportage e podcast relativi all'Italia

Nessuna preoccupazione per la domanda statunitense per ora, afferma Subaru in Giappone

TOKYO: La giapponese Subaru Corp prevede che la forte domanda da parte degli acquirenti di auto statunitensi continui, ha affermato mercoledì un alto dirigente, in mezzo alla crescente preoccupazione per un rallentamento della più grande economia del mondo.

La fiducia del Chief Financial Officer Katsuyuki Mizuma evidenzia la divisione tra i consumatori che lottano per permettersi i beni di prima necessità in un’inflazione record e quelli con le risorse per continuare a spendere per acquisti di biglietti più grandi.

La scorsa settimana Walmart ha lanciato un chiaro avvertimento sulla salute dell’economia statunitense poiché i suoi clienti concentrano le loro spese su cibo e altri elementi essenziali, ma saltano articoli come vestiti e articoli sportivi.

Subaru ha un ordine arretrato di circa 50.000 veicoli e i rivenditori hanno solo da 4 a 5 giorni di scorta negli Stati Uniti, ha affermato Mizuma.

La casa automobilistica ha venduto il 19% in più di auto negli Stati Uniti per il primo trimestre su base annua, la crescita più grande di qualsiasi regione. Si aspetta che le vendite negli Stati Uniti crescano di circa un quarto nell’anno fiscale, a 636.000.

Il produttore del SUV Forester non è l’unico produttore automobilistico giapponese ad essere relativamente rialzista sulla domanda nordamericana ultimamente.

Mitsubishi Motors ha affermato di aver visto una forte domanda di auto nuove per i tre mesi fino al 30 giugno e di non essere riuscita a tenere il passo con l’offerta. Nissan Motor Co era anche fiduciosa sulle sue prospettive negli Stati Uniti e ha affermato che l’aumento dei volumi di vendita avrebbe compensato fattori negativi come l’inflazione o tassi di interesse più elevati.

READ  Il rally della speranza diventerà più attivo con l'aumento dell'inflazione negli Stati Uniti