Novembre 30, 2021

Basilicata Press

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, reportage e podcast relativi all'Italia

Nelle elezioni giapponesi, gli elettori rurali hanno superato quelli delle grandi città

Sisu, Giappone – Il villaggio di montagna di Sisu spiega molto su come un partito abbia detenuto il potere virtuale in Giappone per sette decenni.

Il villaggio nel Giappone occidentale è in declino da molto tempo. La sua popolazione si è ridotta a 6.600 e più della metà di loro sono anziani. Il reparto maternità dell’ospedale è stato chiuso 15 anni fa. L’industria forestale, un tempo dominata, è tramontata e la mostra di fine anno non si terrà più.

L’anno scorso, con il sostegno finanziario del governo federale, il villaggio ha costruito una biblioteca di 12.000 piedi quadrati con un’importante sezione per bambini. Nel 2017 ha istituito un nuovo asilo nido e due anni fa la scuola media è stata completamente ristrutturata. Muratori L’autostrada, che raramente entra nel villaggio, ha bisogno di essere costantemente migliorata.

Mentre gli elettori si preparano ad eleggere i membri del parlamento nelle elezioni nazionali di domenica, i residenti di Sisu sono ben consapevoli delle forze dietro questa grande potenza. In Giappone, i voti rurali sono contati più che nelle aree urbane e le aree meno popolose come Sisu hanno un numero maggiore di seggi in parlamento e hanno maggiori probabilità di registrare le loro preoccupazioni con i politici nazionali.

Questo sistema gioca a favore dei conservatori Partito Liberal Democratico, Tutti tranne il partito di governo del Giappone dal 1955 per quattro anni. Si prevede che otterrà la maggioranza alle elezioni parlamentari, in parte grazie alla forza del sostegno della popolazione rurale, che è stata sommersa dai soldi dei contribuenti.

In un certo senso, il potere della popolazione rurale giapponese è alla pari con il panorama politico negli Stati Uniti, dove ogni stato ha due senatori, indipendentemente dalle dimensioni della popolazione – un grande vantaggio per i repubblicani a causa del dominio degli stati rurali.

A Chizu, il nesso tra rappresentanza politica e accesso alla tesoreria pubblica è fuori dubbio. Il sindaco di Chizu, Hideo Kaneko, 68 anni, ha dichiarato in un’intervista nel suo ufficio rinnovato che “possiamo ottenere abbastanza assistenza dal governo” poiché i suoi residenti sono rappresentati dal membro di spicco del parlamento del LDP.

Totori, la provincia meno popolosa del Giappone, ha un bambino. Nel distretto infantile, il membro del Parlamento rappresenta meno della metà degli elettori serviti dal legislatore della camera bassa nel distretto più popoloso di Tokyo.

READ  Figurine Skating-Shoma ha vinto l'inizio del Japan Open

I critici affermano che tali disuguaglianze, comuni nelle comunità rurali, sono fondamentalmente in contrasto con il principio democratico di “una persona, un voto” e hanno distorto le priorità politiche e interne del Giappone.

In un momento in cui la proporzione crescente della popolazione giapponese è concentrata nei centri urbani, ha detto, “le politiche del Giappone si concentrano sulla campagna”. Juniciro Wada, economista politico alla Yokohama City University.

Oltre a produrre più sussidi agricoli, più letti d’ospedale o classi più piccole nei collegi elettorali rurali, il sistema di voto provocherà dibattiti politici verso politiche osteggiate dalla maggioranza.

Perché gli elettori rurali sono conservatori vecchi e magri, ha detto Yusaku Horiucci, professore di studi governativi e giapponesi al Dortmouth College, tende a selezionare i politici – per lo più dell’LDF – che mantengono il loro status attuale.

Quindi, per esempio, la maggior parte del pubblico giapponese vorrebbe cambiare la legge che determina tutto Le coppie sposate devono condividere un cognome, Gli elettori rurali sono più propensi a sostenere il mantenimento intatto della legge. “Una volta risolta la carenza di elettori, le voci urbane saranno ascoltate”, ha detto. ha detto Horiucci.

I sostenitori delle aree rurali affermano che le aree remote del Giappone potrebbero peggiorare se rappresentate rigorosamente in termini di popolazione, un argomento su cui alcuni scienziati politici concordano è degno.

Considerando il rapporto tra rappresentanza e finanziamento pubblico, ha detto Yugo KasuyaUn professore di contropolitica alla Kyo University di Tokyo ha affermato: “Un argomento contrario è che puoi fornire sussidi molto efficienti ed equi, ma non ci sono strade, centri commerciali e strutture di base nelle campagne.

Tuttavia, i tribunali giapponesi hanno ridotto le disuguaglianze negli ultimi decenni poiché presentano sfide legali a false dichiarazioni.

Hidetoshi Masunaka, Un avvocato che ha guidato la battaglia giudiziaria, sostiene che “è un compito urgente creare un sistema elettorale che rifletta accuratamente la volontà del popolo”. Tuttavia, gli elettori urbani che potrebbero beneficiare dei cambiamenti in questo sistema sono spesso ignari della disuguaglianza elettorale. “La gente non lo sa”, ha detto. Masunaka ha detto: “Quindi la gente non pensa che sia ingiusto”.

READ  Il team dell'AIEA in Giappone sta aiutando a produrre il rilascio dell'acqua di Fukushima

Una notte di questa settimana nell’Adachi Ward di Tokyo, il distretto più popoloso del paese, alcuni residenti erano interessati a due candidati – uno del Partito Liberal Democratico e l’altro del Partito Democratico all’opposizione – che hanno fatto campagna elettorale vicino al treno. Stazioni.

Judah Murakami, 36 anni, contabile presso un distributore di cosmetici, ha affermato di essere consapevole delle differenze tra distretti urbani e rurali, ma è più preoccupata per la scarsa affluenza a Tokyo.

Dopo aver dato un pugno a un candidato dell’opposizione fuori dal supermercato, Mr.

Nelle ultime elezioni per la camera bassa del parlamento nel 2017, meno della metà degli elettori registrati nel distretto di Atachi ha votato. Ha votato il 63% dei bambini.

Nell’infanzia, le persone difendono il loro diritto di voto. Molti residenti sentono un contatto personale con Shigeru Ishiba, l’ex ministro della difesa e dell’agricoltura che ha rappresentato la provincia di Tottori nella camera bassa per 35 anni.

“Ci aspettiamo molto da lui e ci fidiamo di lui”, ha detto Sadoko Yamane, 62 anni, proprietaria di un negozio di abbigliamento con scaffali di maglieria per donne di una certa età. “Le popolazioni rurali hanno i loro problemi, che non sono compresi dalle persone urbane. Nonostante la bassa popolazione, la nostra voce deve essere ascoltata.

Durante una sosta serale della campagna la scorsa settimana a Yonako, una delle principali città di Tottori, Mr. Ishiba è salito su un furgone bianco e si è rivolto a un gruppo di circa 40 persone sotto la pioggia.

“Il Giappone non dovrebbe essere un luogo in cui la popolazione è in declino, la gente dovrebbe andare solo a Tokyo”, ha detto. gridò Ishiba. “Dobbiamo aumentare i poteri dell’agricoltura, della pesca, della silvicoltura, del turismo, delle industrie dei servizi e delle piccole e medie imprese in questo settore”.

La regione ha già perso un rappresentante nella camera alta del parlamento dopo che la Prefettura di Totary si è fusa con la vicina Shimane nell’ambito del piano di ridefinizione del 2015 e ha nominato un legislatore per entrambe le province.

READ  Le interruzioni della catena di distribuzione colpiscono le case automobilistiche giapponesi

Alla Camera, due legislatori rappresentano ancora Tottori. Un tempo, Yoshichi Osaka, 85 anni, ha ricordato un barbiere che si faceva ancora tagliare i capelli ogni giorno nel Sichuan, quattro totoriani che lavoravano a una dieta conosciuta come il parlamento giapponese. “È bello avere quattro posti dove andare quando vogliamo chiedere aiuto”, ha detto. Ha detto Osaka.

Quando Chizu ha voluto ricostruire la sua scuola media, Pork Tube Politics ha aiutato e informato gli alti funzionari del ministero dell’Agricoltura responsabili dell’approvazione delle sovvenzioni nazionali.

L’aggiornamento da 21 milioni di dollari ha fornito a 134 studenti delle scuole medie un laboratorio informatico, campi da tennis, un’aula di musica con strumenti musicali, due cortili e quattro campi da basket e una palestra con un grande palco. Nel tardo pomeriggio, gli alunni della nona elementare hanno provato una canzone, sminuita dall’ampio spazio in palestra e dai tetti a volta in legno.

Alcuni nuovi arrivati ​​hanno anche beneficiato generosamente di sussidi governativi. Idaru e Mariko Wadanabe, entrambi di Tokyo, sono emigrati a Sisu nel 2015, aprendo una panetteria, un negozio di liquori e un caffè in un edificio abbandonato di una scuola materna tra le risaie alla periferia della città.

Il 50enne sig. Watanabe ha affermato che i sussidi governativi copriranno metà dei costi dei macchinari e ora la 43enne Ms. Si dice anche che Watanabe e due soci in affari stiano convertendo una scuola elementare accanto al progetto di ristrutturazione in un hotel con denaro pubblico.

La signora Watanabe ha affermato di aver notato un senso di pensiero di gruppo nei sistemi di voto locali. “Le persone che sono nate e cresciute qui sono state in contatto con parenti o altri residenti”, ha detto la signora Watanabe, e tendono a votare insieme.

Nella biblioteca di recente costruzione, la venticinquenne Asami Kagohara, madre single di un figlio di 5 mesi, si dondolava un marsupio sul petto, dicendo che lei e i suoi genitori avrebbero sempre votato insieme – Mr. Per Ishiba.

“Sento che ci sta proteggendo”, ha detto la signora Kagohara.

Motoko Rich e Makiko Inoue hanno riferito da Chizu e Hikari Hida da Tokyo.