Novembre 30, 2021

Basilicata Press

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, reportage e podcast relativi all'Italia

Macchinista giapponese citato in giudizio per un minuto di ritardo Giappone

Dentro un macchinista Giappone Ha fatto causa al suo datore di lavoro dopo che gli sono stati detratti 43 (28 pence) dalla sua busta paga, sostenendo di non essere colpevole del ritardo di un minuto.

ovest Giappone Le Ferrovie (JR West) hanno affermato di aver trattenuto una piccola somma di denaro applicando una rigorosa politica “niente lavoro, niente paga” all’incidente nel giugno dello scorso anno.

L’autista, che non è stato nominato dai media giapponesi, chiede நேர 43 e 13 tempi supplementari e 2,2 milioni di danni, secondo il quotidiano Yomiuri Shimpan per l’angoscia mentale causata dalla decisione del suo datore di lavoro.

Il caso ricorda l’invidiabile primato della rete ferroviaria giapponese, spingendo anche i più brevi ritardi a scusarsi ripetutamente con i passeggeri.

La disputa è scoppiata dopo che l’autista, che stava progettando di spostare un treno vuoto in un deposito in una stazione di Okayama nel Giappone occidentale, si è reso conto che stava aspettando sul binario sbagliato.

Il suo errore è stato quello di fermare per un minuto il trasferimento dell’autista sul binario destro e ritardare di un altro minuto il treno fino al deposito, ha detto il giornale.

J.R. West ha detto che ha il diritto di combinare la paga del conducente perché non ha lavorato durante il mix.

Il firmatario, tuttavia, ha dichiarato al tribunale distrettuale di Okayama che il ritardo era dovuto a “errore umano” e che non doveva essere considerato disoccupato e che non vi era alcuna interruzione dell’orario dei treni.

La società inizialmente ha trattenuto 85 per un ritardo di due minuti, ma ha ridotto la multa a un minuto dopo che l’autista si è lamentato con l’ufficio locale per gli standard del lavoro.

READ  L'Omotenashi giapponese sostituito dall'avvertimento sugli stranieri: carta

L’autista, tuttavia, che ha rifiutato di accettare la multa più bassa, ha presentato la sua denuncia in tribunale nel marzo di quest’anno.

Il portavoce di JR West dell’agenzia France-Presse ha affermato che la controversia è sorta per divergenze su come spiegare il motivo del ritardo e che la società non ha utilizzato la sua regola sul libro paga per tagliare la paga del conducente.

La reazione online sembrava essere dalla parte dell’autista di tasca propria. “Quindi puoi ridurre lo stipendio di qualcuno di un minuto, ma non pagare un extra in incrementi di un minuto?” Un commentatore ha detto, secondo Sora News24 Sito web.

Un altro ha scritto: “Sarei pazzo se fossi responsabile del libro paga. Devo detrarre minuti dalla paga delle persone per ogni errore che fanno”.

Ad eccezione delle interruzioni causate da terremoti e uragani, la vasta rete ferroviaria del Giappone raramente subisce ritardi significativi. I certificati vengono rilasciati ai passeggeri e agli studenti che utilizzano treni con cinque o più minuti di ritardo, per dimostrare a datori di lavoro e insegnanti che non sono responsabili del ritardo.

Nel 2017, l’operatore di una compagnia ferroviaria privata che serve i sobborghi di Tokyo si è scusato. “Grave difficoltà” Ciò è accaduto dopo che uno dei suoi treni è partito 20 secondi prima del previsto.