Ottobre 2, 2022

Basilicata Press

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, reportage e podcast relativi all'Italia

L’uomo giapponese si è dato fuoco in apparente protesta al funerale di stato dell’ex primo ministro – media

Registrati ora per un accesso illimitato GRATUITO a Reuters.com

TOKYO, 21 set. (Reuters) – Un uomo si è dato fuoco mercoledì vicino all’ufficio del primo ministro giapponese in un’apparente protesta contro la decisione del governo di tenere un funerale di stato per l’ex primo ministro Shinzo Abe, assassinato all’inizio di quest’anno, media segnalato. .

L’uomo è stato trasportato in ospedale riportando ustioni in tutto il corpo, mentre è rimasto ferito anche un agente di polizia che ha cercato di spegnere le fiamme.

L’uomo, sulla settantina, era privo di sensi quando è stato trovato per la prima volta, ma in seguito ha detto alla polizia di essersi cosparso di olio deliberatamente, hanno detto i media. Una lettera sul funerale di stato di Abe e le parole “Mi oppongo fermamente” è stata trovata nelle vicinanze.

Registrati ora per un accesso illimitato GRATUITO a Reuters.com

La polizia ha rifiutato di confermare l’incidente, avvenuto in quello che sarebbe stato il 68esimo compleanno di Abe.

Abe, il premier giapponese più longevo che si è dimesso nel 2020 per problemi di salute, è stato ucciso a colpi di arma da fuoco durante una manifestazione elettorale l’8 luglio. Il suo funerale di stato è fissato per settembre. 27, con circa 6.000 persone provenienti dal Giappone e dall’estero che prenderanno parte.

L’opposizione all’evento è cresciuta a causa delle rivelazioni dopo l’uccisione da parte di Abe dei legami tra il Partito Liberal Democratico (LDP), di cui era un membro potente, e la controversa Chiesa dell’Unificazione. Il sospettato della morte di Abe ha detto che la chiesa ha mandato in bancarotta sua madre e ha sentito che l’ex primo ministro l’ha sostenuta.

READ  JudoInside - Notizie - Natsumi Tsunoda si assicura il primo oro del Giappone a Ulaanbaatar

I legami con la Chiesa dell’Unificazione, fondata in Corea del Sud negli anni ’50, sono diventati un grosso problema per l’attuale Primo Ministro Fumio Kishida e l’LDP da quando sono emersi dopo l’uccisione di Abe. L’LDP all’inizio di questo mese ha affermato che un sondaggio ha mostrato che quasi la metà dei 379 legislatori dell’LDP ha avuto una qualche forma di interazione con la chiesa.

Il sentimento pubblico era strettamente favorevole a un funerale di stato nel momento in cui è stato annunciato, poco dopo la morte di Abe, ma l’opinione è cambiata drasticamente.

Numerosi sondaggi mostrano che la maggioranza dei giapponesi ora si oppone alla cerimonia, contribuendo a far precipitare il sostegno di Kishida. Un sondaggio del Mainichi Daily condotto nel fine settimana ha mostrato il suo sostegno al 29%, in calo di sei punti percentuali rispetto alla fine di agosto, un livello che secondo gli analisti rende difficile per un primo ministro avere abbastanza sostegno per portare a termine la sua agenda.

Il sostegno all’LDP è sceso di 6 punti al 23%, ha affermato il Mainichi.

Kishida ha difeso più volte la sua decisione, ma la stragrande maggioranza degli elettori rimane poco convinta, mettendo anche in dubbio la necessità di tenere una cerimonia così costosa in un momento di crescente dolore economico per i cittadini comuni.

L’ultima stima dei costi del governo è di 1,65 miliardi di yen (12 milioni di dollari), che include sicurezza e reception.

Nel 2014, due uomini si sono dati fuoco in incidenti separati per protestare contro l’allontanamento del Giappone dal pacifismo del dopoguerra sotto l’amministrazione di Abe. Uno degli uomini è morto.

READ  Il patrimonio delle famiglie giapponesi raggiunge ¥ 2.000 trilioni

Registrati ora per un accesso illimitato GRATUITO a Reuters.com

Segnalazioni di Mariko Katsumura, Kaori Kaneko e Elaine Lies; scritto da Elaine Lies; Montaggio di Christian Schmollinger e Richard Pullin

I nostri standard: I principi di fiducia di Thomson Reuters.