Gennaio 22, 2022

Basilicata Press

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, reportage e podcast relativi all'Italia

L’umore dei produttori giapponesi scivola perché i costi spingono i margini di profitto

Di Daniel Leasing

TOKYO (Reuters) – I produttori giapponesi sono diventati meno positivi riguardo alle loro condizioni commerciali a gennaio, poiché l’economia deve far fronte alla pressione della variante Omigron e all’aumento dei costi dell’energia e delle materie prime, secondo un sondaggio di Reuters Tongan.

I produttori e le società di servizi erano più ottimisti riguardo ai prossimi tre mesi, poiché il sondaggio mensile mostra il sondaggio trimestrale “Tongan” meticolosamente monitorato della Bank of Japan.

In un sondaggio condotto su 502 aziende di grandi e medie dimensioni, alcune aziende, 254 delle quali hanno risposto, hanno affermato che i loro profitti sono stati messi sotto pressione dall’inflazione delle materie prime, mentre altre erano più ottimiste sul trarre vantaggio dalla forte domanda globale.

dic. Il 22 gennaio, il manager di un produttore di prodotti in metallo ha dichiarato: “C’è un urgente bisogno che i prezzi aumentino prima del 7° referendum.

Il 22 dicembre l’indice Reuters Tongan Sentiment for Manufacturers è sceso al minimo di 17 mesi di 17, da un massimo di quattro mesi nel sondaggio precedente, mentre l’indice dei servizi è salito a un massimo di 23 mesi di 6 da 8 nel mese precedente . (Per una tabella dettagliata dei risultati, fare clic su)

Dopo che l’ultimo sondaggio aziendale “Tongan” della BOJ ha mostrato che la ripresa si è bloccata tra i produttori, i margini di profitto di alcune società nella terza economia più grande del mondo sono stati colpiti dall’aumento dei prezzi delle materie prime e dell’energia.

“Anche se le condizioni della domanda sono buone, l’aumento dei prezzi delle materie prime e del carburante stanno comprimendo i nostri profitti”, ha scritto nel sondaggio un manager del produttore di vetro e ceramica.

READ  Editoriale: È giunto il momento di rendere rinnovabile il centro di alimentazione elettrica del Giappone

Il manager del produttore di acciaio ha dichiarato: “I margini si stanno riducendo a causa del prezzo delle materie prime combustibili.

Il sondaggio di ottobre-dicembre della BOJ, pubblicato il mese scorso, ha mostrato che l’umore del settore dei servizi è migliorato a un livello che non si vedeva da due anni.

Nonostante l’impatto dell’aumento dei prezzi delle materie prime, la fiducia delle imprese dei produttori dovrebbe salire a 29 ad aprile, in parte a causa delle forti previsioni per i prodotti in metallo/macchinari e le filiali delle case automobilistiche, secondo un sondaggio Reuters Tanken.

L’umore tra le società del settore dei servizi dovrebbe salire a 14 dal livello di gennaio, anche se le aziende del settore hanno affermato di continuare a risentire dell’impatto dell’infezione da corona virus, inclusa la variante altamente contagiosa di Omigran.

Gli economisti del settore privato si aspettano che l’economia giapponese cresca nel trimestre in corso e negli ultimi tre mesi dello scorso anno, sebbene la diffusa variazione omigra dell’inflazione interna e globale stia offuscando la vista.

Le misurazioni dell’indice Tangan di Reuters sono calcolate sottraendo la percentuale di intervistati che affermano che le condizioni sono cattive da coloro che affermano di essere buone. La lettura positiva riguarda più i credenti che i credenti.

(Rapporto di Daniel Lussink; Montaggio di Richard Bullin)