Maggio 29, 2022

Basilicata Press

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, reportage e podcast relativi all'Italia

L’oro salta, le azioni inciampano mentre la crisi ucraina si aggrava

Di Herbert Lash

NEW YORK (Reuters) – I prezzi dell’oro sono balzati a un massimo di otto mesi e il debito rifugio è salito giovedì dopo che il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha affermato che c’erano tutte le indicazioni che la Russia intendeva attaccare l’Ucraina, mentre Mosca ha accusato Washington di ignorare le sue richieste di sicurezza.

Un indicatore delle azioni globali è sceso di oltre l’1% nonostante i forti guadagni aziendali in Europa mentre la situazione di stallo sull’Ucraina si è aggravata. I separatisti sostenuti dalla Russia e le forze ucraine si sono accusate a vicenda di sparare proiettili attraverso una linea di cessate il fuoco mentre la Gran Bretagna ha affermato che la Russia ha cercato di fabbricare un pretesto per invadere.

In segno di crescente allarme per l’Ucraina, il segretario di Stato americano Antony Blinken ha detto al Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite che questo è “un momento di pericolo” per la vita e la sicurezza di milioni di persone riguardo alla potenziale invasione russa dell’Ucraina. La Russia nega di voler invadere il suo vicino.

I rendimenti dei titoli di stato statunitensi e tedeschi sono diminuiti e il petrolio è scivolato mentre i colloqui entravano nelle fasi finali per far risorgere un accordo nucleare del 2015 che avrebbe consentito all’Iran di riprendere le esportazioni di petrolio a clienti come la Corea del Sud. Le perdite sono state limitate dalla crescente tensione tra i principali esportatori di energia, la Russia e l’Occidente.

Gli investitori stavano già guardando al lungo weekend con lunedì festivo negli Stati Uniti quando i mercati saranno chiusi, ha affermato Marc Chandler, chief market strategist di Bannockburn Global Forex.

READ  Kishida aderisce al "nuovo capitalismo" giapponese.

“Tu come partecipante al mercato non sei incentivato a combattere l’umore privo di rischio prima del fine settimana, quando tutto può succedere”, ha detto Chandler.

L’indice paneuropeo STOXX 600 è sceso dello 0,74%, mentre l’indice dei titoli MSCI in tutto il mondo è sceso dello 0,85%.

A Wall Street, il Dow Jones Industrial Average è sceso dell’1,19%, l’S&P 500 ha perso l’1,18% e il Nasdaq Composite è sceso dell’1,47%.

Asia Il più ampio indice delle azioni Asia-Pacifico dell’MSCI ha ottenuto un aumento dello 0,15%.

Le preoccupazioni per una campagna di restrizione dei tassi della Federal Reserve da super-falco si sono attenuate durante la notte dopo che i minuti del suo ultimo incontro politico hanno segnalato una posizione misurata e persino accomodante.

Le preoccupazioni dell’Ucraina hanno portato gli investitori ad acquistare debito pubblico. I rendimenti del Buono del Tesoro USA a 10 anni sono scesi di 8,2 punti base all’1,963%, mentre i rendimenti del titolo di Stato tedesco a 10 anni sono scesi di 0,2 punti base allo 0,229%.

La crisi Russia-Ucraina ha innervosito gli investitori che devono anche monitorare la Fed e gli sforzi di altre banche centrali per combattere l’aumento dell’inflazione globale.

“C’è molta confusione in questo momento e la sfera di cristallo di tutti è piuttosto torbida”, ha affermato George Mateyo, chief investment officer di Key Private Bank, parlando sia dell’Ucraina che di come la Fed potrebbe inasprire la politica monetaria.

L’economia statunitense ha resistito bene al colpo di COVID-19 sull’economia, con il PIL e gli utili aziendali ai massimi livelli, il che fa ben sperare per il mercato, ha affermato.

READ  L'icona della moda Naomi Vadanabe ha una storia promettente per i giapponesi negli Stati Uniti

“Sarà un anno impegnativo, ma non terribile”, ha detto Mateyo. “Prevedi una certa volatilità quest’anno, ma non abbandonare del tutto il rischio, non diventare super difensivo. Ci sono molte opportunità perse all’interno del mercato”.

L’oro spot è aumentato dell’1,5% a $ 1.895,77 l’oncia dopo essere salito vicino alla soglia di $ 1.900.

I prezzi del petrolio sono scesi di oltre il 2% prima di allentarsi. I futures sul greggio USA sono scesi dell’1,56% a $ 92,20 al barile e il Brent si è attestato a $ 93,30, in calo dell’1,59% rispetto alla giornata.

Il dollaro, considerato anche un bene rifugio, inizialmente è salito contro la maggior parte delle valute, ma i guadagni si sono attenuati e il biglietto verde è stato successivamente leggermente più basso, un segno che gli investitori non erano ancora nel panico per le tensioni Russia-Ucraina.

Tuttavia, lo yen giapponese, una valuta che gli investitori spesso acquistano come rifugio sicuro, ha raggiunto il suo massimo dal 20 febbraio. 7.

L’indice del dollaro è sceso dello 0,058% mentre lo yen si è rafforzato dello 0,42% a 114,98 per dollaro.

L’euro è sceso dello 0,06% a $ 1,1366.

Bitcoin l’ultima volta è sceso del 4,62% ​​a $ 42.047,23.

(Segnalazione di Herbert Lash, reportage aggiuntivo di Tommy Wilkes a Londra, Kevin Buckland e Selena Li a Tokyo; Montaggio di Kim Coghill, Kirsten Donovan e Barbara Lewis)


FILE PHOTO: I lingotti d’oro sono esposti in un negozio di gioielli d’oro nella città di Chandigarh, nell’India settentrionale, il 4 novembre 2009. REUTERS / Ajay Verma

FOTO DEL FILE: I commercianti lavorano al piano della Borsa di New York (NYSE) a New York City, USA, 25 gennaio 2022. REUTERS / Brendan McDermid
FOTO DEL FILE: I commercianti lavorano al piano della Borsa di New York (NYSE) a New York City, USA, 25 gennaio 2022. REUTERS / Brendan McDermid

(c) Copyright Thomson Reuters 2022. Fare clic per le restrizioni –
https://agency.migration.com/en/copyright.html

READ  Le azioni globali ottengono la loro nota dal forte Wall Street