Novembre 30, 2021

Basilicata Press

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, reportage e podcast relativi all'Italia

Le azioni hanno raggiunto il picco prima delle riunioni della banca centrale


File: codice stradale per Wall Street trovato fuori dalla Borsa di New York (NYSE) il 28 giugno 2021, a New York City, New York, USA. REUTERS / Andrew Kelly

Di Herbert Lash e Danilo Masoni

NEW YORK / MILANO (Reuters) – I mercati azionari globali sono saliti lunedì all’inizio di una grande settimana per le riunioni delle banche centrali, aiutati dalle corse di stimolo monetario in Giappone e dai timori di futuri tagli dei tassi di interesse che potrebbero tagliare i titoli. .

Le azioni di Wall Street hanno raggiunto livelli record sulla scia di un settore energetico in crescita prima che l’indice S&P 500 scendesse leggermente. Anche i titoli europei hanno raggiunto livelli record a seguito di rapporti sugli utili incoraggianti, mentre l’aumento dei titoli bancari ha dato impulso ai mercati dell’eurozona.

Lo STOXX 600 paneuropeo è aumentato dello 0,6%, superando il precedente massimo storico di metà agosto, poiché l’umore globale è stato sostenuto dallo stimolo post-elettorale del Giappone e dalla stabilizzazione dei prezzi del carbone in Cina.

L’indice MSCI Global Stock Exchange è salito dello 0,16%, mentre il Dow Jones Industrial Average è salito dello 0,00%, l’S&P 500 è sceso dello 0,12% e il Nasdaq Composite è salito dello 0,17%.

Il Nikkei giapponese è salito del 2,6% dopo che il Partito Liberal Democratico del Primo Ministro Fumio Kishida ha ottenuto una vittoria inaspettata e confortevole, rafforzando la fiducia nella stabilità politica e nella motivazione.

Il dollaro è sceso dopo aver registrato il suo più alto massimo giornaliero per più di quattro mesi venerdì scorso, quando gli hedge fund hanno superato le aspre scommesse in vista della riunione politica della Federal Reserve di questa settimana.

READ  Il compositore di Dragon Quest Koizi Sukiyama è morto

Mark Chandler, chief market strategist di Bannockburn Global Forex, ha affermato che i mercati sono rimasti tranquilli in vista della tempesta di tre riunioni della banca centrale questa settimana. La Reserve Bank of Australia si riunisce martedì, la Federal Reserve mercoledì e la Bank of England giovedì.

“I mercati sono molto preoccupati per il tapering di tipo falco”, ha detto Chandler. “La natura dell’inflazione federale potrebbe diminuire temporaneamente. La seconda cosa è che una volta che la banca centrale avrà fatto il suo restringimento, i mercati dicono che aumenteranno i tassi”.

Il presidente della Fed Jerome Powell ha affermato che le intercettazioni termineranno a metà del 2022, che è stato menzionato come giugno, ma Chandler ha affermato che potrebbe anche riferirsi a maggio.

“Il mercato deve essere alla ricerca di una visione più aggressiva e peggiore da parte di Federer”, ha affermato, il che significa che i partecipanti al mercato non dovranno preoccuparsi di realizzare un profitto sui livelli lunghi del dollaro.

L’indice del dollaro, che replica il biglietto verde e il paniere di sei valute, è sceso dello 0,19% a 94,017.

L’euro è cresciuto dello 0,16% a $ 1,1578 e lo yen è cresciuto dello 0,18% a $ 114,2000.

I rendimenti dei titoli tedeschi sono aumentati ulteriormente mentre i rendimenti dei titoli del Tesoro statunitensi sono aumentati e gli investitori della Banca centrale europea il prossimo anno hanno continuato a scommettere su due aumenti dei tassi.

Il presidente della BCE Christine Lagarde ha sfidato le aspettative di una solida recessione contro l’ultimo prezzo di mercato di due aumenti dei tassi della BCE il prossimo anno, il che contraddice le previsioni di inflazione della banca.

READ  Rivivere l'immaginario olimpico

L’indice del Tesoro statunitense a 10 anni è cresciuto di 2,8 punti base all’1,5856%, mentre il rendimento a 10 anni tedesco è sceso di 0,1 punti base a -0,095 percento.

“Possiamo uscire dalle fluttuazioni di rendimento massimo della scorsa settimana (o) o, per lo meno, uscire dall’ultimo picco di febbre”, ha affermato John Briggs, uno stratega del mercato nord-occidentale. “Molte delle cose che sono diventate paraboliche e hanno portato a ebollizione le aspettative di aumento dei prezzi di mercato sembrano essere almeno un po’ più calme”.

Le materie prime si sono stabilizzate con un ulteriore calo dei prezzi del carbone cinese, scendendo del 50% rispetto al livello record del mese scorso. Il prezzo del petrolio, che ha sostituito il precedente crollo con i future sul greggio Brent, è salito dell’1% a 84,56 dollari al barile, aiutato dalla forte domanda. [O/R]

Con i cambiamenti di politica presso la Bank of England e la Reserve Bank of Australia, la banca centrale è il momento clou di una settimana piena di riunioni della banca centrale che possono spostare i mercati.

La BoE sposta i punti di prezzo sulla migliore possibilità di rialzo giovedì, mentre la RBA effettuerà una sorta di aggiustamento delle linee guida dopo aver rifiutato di difendere il suo obiettivo di rendimento lunedì.

L’oro spot è salito dello 0,55% a $ 1.792,58 l’oncia. Bitcoin è cresciuto dello 0,31% a $ 61.552,31.

(Rapporto di Herbert Lash; Rapporto aggiuntivo di Danilo Masoni e Tom Westbrook; Montaggio di Supranshu Sahu, Andrew Heavens e Barbara Lewis)

(C) Copyright Thomson Reuters 2021. Fare clic per le restrizioni –
https://agency.reuters.com/en/copyright.html