Settembre 24, 2021

Basilicata Press

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, reportage e podcast relativi all'Italia

Le azioni asiatiche si stanno muovendo al prezzo più basso dell’anno, con la Nuova Zelanda che ha tassi stabili


Foto del file: un investitore guarda un tabellone elettronico che mostra informazioni di borsa in una casa di brokeraggio a Pechino il 27 agosto 2015. Proprietari / Jason Lee

di Alun John

HONG KONG (Reuters) – Le borse asiatiche sono salite ai minimi di tre settimane mercoledì, ma i timori su una variante delta del virus corona hanno continuato a chiudersi, costringendo la banca centrale della Nuova Zelanda a ritardare i rialzi dei tassi precedentemente previsti.

Al di fuori del Giappone, l’indice a banda larga Asia-Pacifico di MSCI è aumentato dello 0,73%, registrando cinque cali consecutivi. Il Nikkei giapponese ha guadagnato lo 0,69%.

“Gli investitori stanno cercando di bilanciare la riapertura delle economie con l’aumento dei tassi di vaccino, ma vedono anche gli effetti della diffusione delle variazioni del delta e questo si riflette in dati economici più lenti, la maggior parte dei quali sono stati negativi nelle ultime due settimane”, ha affermato Kerry Craig, stratega del mercato globale presso JPMorgan Property Management.

Le blue chip cinesi sono aumentate dello 0,86% grazie ai forti guadagni di mercoledì, seguite dalle istituzioni finanziarie, mentre il rischio sull’umore di Hong Kong è aumentato dello 0,73% e la Corea dello 0,89%.

I futures S&P 500 sono aumentati dello 0,08% e, nei primi scambi europei, i futures Pan-Regional Euro Stocks 50 sono aumentati dello 0,23% e i futures FTSE sono aumentati dello 0,42%.

In precedenza, la Reserve Bank of New Zealand ha ritardato un aumento dei tassi di interesse ampiamente previsto poiché i politici hanno cambiato marcia dopo che il paese è stato sottoposto a un rapido blocco Covit-19 in alcuni nuovi casi, ma la banca prevede ancora un aumento entro la fine dell’anno .

READ  Il Giappone estende il blocco di emergenza del governo con l'aumento dei casi

Il dollaro neozelandese è sceso al minimo degli ultimi nove mesi di $ 0,6868 dopo che il dollaro ha assorbito le aspettative degli investitori che i politici avrebbero alzato i tassi nei prossimi mesi.

“Hanno detto di no, perché hai codardia e più incertezza. Dagli qualche settimana, fai uscire il fumo e poi il ciclo stretto è ancora sul tavolo”, ha detto Imre Spicer, capo della strategia neozelandese nel Westback. .

Nel frattempo, il dollaro si è leggermente indebolito in Asia, toccando il massimo da nove mesi contro l’euro.

I verbali di una riunione sulla politica della Federal Reserve sono previsti per mercoledì e i membri della CBA hanno affermato che il dollaro potrebbe aumentare se i membri raccomandassero di annunciare una riduzione dell’acquisto di proprietà a settembre.

Il petrolio è aumentato nelle ore asiatiche dopo essere caduto per quattro sessioni a causa delle preoccupazioni per un aumento dei casi di virus corona.

Il greggio Usa è salito dello 0,38% a 66,84 dollari al barile.

I rendimenti dei titoli del Tesoro a 10 anni sono saliti all’1,2767%.

(Alun John Report a Hong Kong; Additional Report di Tom Westbrook a Singapore; Collection di Richard Bullin, Simon Cameron-Moore e Sam Holmes)

(C) Copyright Thomson Reuters 2021. Fare clic per le restrizioni –
https://agency.reuters.com/en/copyright.html