Ottobre 19, 2021

Basilicata Press

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, reportage e podcast relativi all'Italia

La giapponese Aion acquista una catena da 100 yen per specializzarsi in prezzi accessibili

Aion, il rivenditore giapponese famoso per i giganteschi ipermercati di Tokyo, il suo nome, può ottenere la catena da 100 yen specializzata in un segmento del mercato con cui ha lottato.

Con circa 1.140 punti vendita in tutta l’isola, Kane Doo è la terza più grande catena di discount del Giappone che vende di tutto, dalle forniture per la cucina e l’ufficio ai servizi igienici e al cibo, di solito a un prezzo fisso di 100 yen ciascuno. Molti negozi si trovano vicino alle principali stazioni ferroviarie e i prodotti spesso presentano personaggi popolari. La società ha registrato un fatturato di 73 miliardi di yen (643 milioni di dollari) per l’anno conclusosi a novembre 2020.

Aion, che gestisce catene di centri commerciali e punti vendita pubblici, fornirà una nuova fonte di strumenti per generare reddito. Durante le epidemie, l’azienda vede rallentare le vendite di abbigliamento e prodotti per la casa e cerca di far crescere nuove fonti di reddito. Ha cercato di aumentare i prezzi a prezzi bassi, ma “è deludente che non ne abbiamo conoscenza” ha affermato un dirigente.

Con le capacità di sviluppo di Kane Doo, Aeon sta ampliando la sua gamma di prodotti a prezzi accessibili. La catena da 100 yen Aion Group apre sedi all’interno di centri commerciali e negozi e sfrutta la rete di distribuzione di Aion per i dati dei clienti per la riduzione dei prezzi e lo sviluppo del prodotto.

Ma può fare le sue sfide. Con il calo del traffico pedonale durante l’epidemia, giovedì la società ha tagliato le sue previsioni per il 2021 e ora il gruppo prevede che l’utile netto scenda a 300 milioni di yen all’anno, circa 160 milioni di yen in meno rispetto al piano precedente.

READ  Catland apre una nuova struttura di consegna medica a servizio completo a Shika, in Giappone

I prezzi delle materie prime come la plastica sono in aumento, mentre i costi di produzione nei centri di produzione come il sud-est asiatico e la Cina si stanno gonfiando a causa della crescita economica. Il costo del lavoro delle famiglie è in aumento a causa dell’aumento del salario minimo. L’aumento delle spese di spedizione ha aumentato la pressione sui margini di profitto. Non è chiaro quali integrazioni si possano raccogliere tra i due rivenditori nelle prime fasi.

Aion, che attualmente non ha alcuna partecipazione nella società, spera di ottenere il controllo del 51% attraverso due round di offerte pubbliche di acquisto e l’acquisto di azioni direttamente dalla famiglia dell’azienda. Can Do dovrebbe essere quotata nel primo segmento della Borsa di Tokyo.

La prima OPA si terrà da venerdì al 24 novembre per 2.700 yen per azione – 45% del premio sopra il prezzo di chiusura di Can Do giovedì – 37,18% per azione.

Al termine della seconda OPA, che avrà un prezzo di 2.300 yen per azione il 27 dicembre, Aeon costerà 20 miliardi di yen, ovvero circa 176 milioni di dollari, al 51% di interessi.

Nelle parole di un portavoce, anche a un prezzo più basso nel secondo turno, che è progettato per “assicurare l’equità nel mercato azionario”, potrebbero essere offerte più azioni del previsto, mancando così i criteri del listino Can Dow. In tal caso, Aeon rilascerebbe alcune azioni per scambiare pubblicamente l’obiettivo.

L’azienda può inviare alcuni dipendenti per diventare amministratori del secondo trimestre.