Maggio 24, 2022

Basilicata Press

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, reportage e podcast relativi all'Italia

La Corea del Nord lancia “un possibile missile balistico”, afferma il Giappone

Il missile è stato lanciato dall’area di Sunan della Corea del Nord intorno alle 7:52 ora locale, hanno affermato i Joint Chiefs.

Il ministro della Difesa giapponese Nobuo Kishi ha affermato che la Corea del Nord ha lanciato “almeno un missile balistico”, che ha volato a una distanza di 300 chilometri (186 miglia) e ad un’altitudine massima di 600 chilometri (373 miglia).

Il lancio dei missili di domenica è di Pyongyang primo dal 30 gennaio ora locale, quando ha sparato quello che ha affermato essere un missile balistico a raggio intermedio (IRBM) Hwasong-12, il suo missile balistico a più lungo raggio dal 2017. Il test di domenica era di un missile di raggio più corto di quel test, secondo il stime fornite dal Giappone.

Il Consiglio di sicurezza nazionale (NSC) della Corea del Sud ha affermato che il lancio è “indesiderabile” per la stabilizzazione della pace mentre il mondo sta cercando di risolvere la guerra in Ucraina, secondo la Casa Blu, l’ufficio presidenziale sudcoreano.

NSC ha anche espresso “profonda preoccupazione e grave rammarico” per il lancio, che segna l’ottavo test missilistico quest’anno, e ha esortato il Nord a “fermare immediatamente le azioni contrarie alla risoluzione pacifica attraverso la diplomazia”.

L’ultimo lancio arriva a meno di due settimane dalle elezioni presidenziali della Corea del Sud del 9 marzo, in cui è probabile che la Corea del Nord sia una questione elettorale chiave. Se il candidato conservatore Yoon Suk Yeol avrà successo, gli analisti si aspettano che prenda una linea molto più dura contro il Nord rispetto all’attuale presidente Moon Jae-in.

Accelerare i test missilistici

La Corea del Nord ha intensificato i suoi test missilistici nel 2022, annunciando piani per rafforzare le sue difese contro gli Stati Uniti e valutare il “riavvio di tutte le attività temporaneamente sospese”, secondo i media statali.

Solo nelle prime quattro settimane del 2022 è stata lanciata la Corea del Nord sette test missilisticima nessuno di questi era uno dei suoi missili a più lungo raggio.

Durante la presidenza Trump, il leader nordcoreano Kim Jong Un ha testato missili balistici intercontinentali (ICBM) che potrebbero teoricamente raggiungere gli Stati Uniti continentali, sfruttando questi test negli incontri con l’allora presidente degli Stati Uniti. L’anno scorso, durante il primo mandato del presidente degli Stati Uniti Joe Biden, la Corea del Nord ha organizzato otto test, nessuno nella portata di un missile balistico intercontinentale.

READ  Le nuove patatine "umide" rivoluzionano l'industria degli snack in Giappone

Gli analisti suggeriscono che l’aumento dei test di quest’anno mostra che Kim si sta sforzando sia di raggiungere gli obiettivi nazionali sia di mostrare a un mondo sempre più turbolento che Pyongyang rimane un attore nella lotta per il potere e l’influenza.

“La Corea del Nord non farà a nessuno il favore di rimanere in silenzio mentre il mondo affronta l’aggressione della Russia contro l’Ucraina”, ha detto Leif-Eric Easley, professore associato di studi internazionali alla Ewha University di Seoul, dopo il test di domenica.

“Pyongyang ha un programma ambizioso di modernizzazione militare. La forza e la legittimità del regime di Kim sono diventate legate alla sperimentazione di missili sempre migliori”.