Maggio 24, 2022

Basilicata Press

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, reportage e podcast relativi all'Italia

La coppia porta a Singapore le migliori birre e sake del Giappone

Oltre a sake e birre, Epicurean Nomads offre anche vini Koshu di Grace Wine, una rinomata azienda vinicola giapponese nella prefettura di Yamanashi. Ng è ottimista sul fatto che “i vini giapponesi esploderanno nei prossimi 10 anni”.

“I giapponesi hanno fatto bene le birre; hanno fatto bene i whisky. Non c’è motivo per cui [Japanese wineries] non avrà successo. Non c’è modo di fermarli “, ha detto. Spera di esplorare la scena del vino in Giappone una volta che il viaggio sarà possibile.

Prima della pandemia, si sarebbero alternati per recarsi in Giappone perché hanno una figlia piccola a casa. Stanno cercando di mettersi al passo con i loro partner commerciali in Giappone.

Lim ha detto: “Molti dei birrifici sono stati gravemente colpiti dalla chiusura di ristoranti e bar [during the state of emergency] in Giappone. L'”interruttore” qui ha colpito anche noi. Le esportazioni dei birrifici hanno sofferto. È stato un momento umiliante per tutti”.

Hanno due dipendenti, entrambi sommelier, con sede a Singapore. Ci sono piani per farli essere attaccati ai ristoranti per un giorno, per formare il personale di servizio sulla conoscenza e condurre sessioni di degustazione.

Ng è ottimista sul fatto che il mercato si riprenderà presto. La prossima grande cosa a cui prestare attenzione, ha detto, è alla spina. Attualmente stanno lavorando con KeyKeg, un’azienda che invia fusti ai birrifici di sake, dove li riempirebbero e poi li spedirebbero a bar e ristoranti. I fusti sono dotati di buste sterili interne, quindi non c’è contaminazione del liquido. Mantengono fresche birre e sake, in particolare il namazake o sake non pastorizzati, che sono noti per avere aromi più fruttati.

“Penso che i produttori di sake più giovani e progressisti siano entusiasti [on this arrangement], “Egli ha detto. “Con questi fusti, potremmo presto vedere un’impollinazione incrociata tra birre e sake nei locali della birra artigianale. Ne siamo abbastanza entusiasti”.