Luglio 6, 2022

Basilicata Press

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, reportage e podcast relativi all'Italia

La Cina esplode mentre il Giappone diventa l’ultimo paese a ritirare i funzionari dalle Olimpiadi | Mondo | Notizia

La giornalista Priyanka Sharma discute le tensioni tra Giappone e Cina – Wion News.

La signora Sharma ha discusso di come i paesi di tutto il mondo stanno uscendo dalle Olimpiadi invernali di Pechino, che iniziano nel febbraio 2022.

Nelle ultime settimane, i governi occidentali sono stati infastiditi dai boicottaggi diplomatici degli sport a causa delle differenze e dei legami rotti con la Cina.

La Sharma ha spiegato che il Giappone è stato l’ultimo paese a ritirarsi dalle Olimpiadi invernali a causa delle differenze politiche tra i funzionari del governo.

La Sharma ha dichiarato: “Negli ultimi sviluppi provenienti dalle imminenti Olimpiadi invernali di Pechino, la Cina ha esortato il Giappone a non politicizzare il gioco.

“I suoi funzionari si sono improvvisamente ritirati dai prossimi giochi invernali”.

Il portavoce del Giappone Zhao Lijian ha dichiarato: “La Cina dà il benvenuto al Comitato Olimpico giapponese, ad altre parti interessate e agli atleti giapponesi.

“Abbiamo menzionato le opinioni pertinenti del governo giapponese per partecipare alle Olimpiadi invernali e alle Paralimpiadi di Pechino.

Lijian ha aggiunto: “Ci fidiamo e sollecitiamo la parte giapponese ad attuare gli impegni della Cina e del Giappone nei confronti delle Olimpiadi.

Ha aggiunto: “La Cina si impegna a lavorare con tutte le parti per realizzare uno spirito olimpico più unito senza politicizzare i Giochi.

“E regala al mondo dei Giochi Olimpici semplici, sicuri ed entusiasmanti”.

Altri paesi hanno boicottato i Giochi di Pechino, uno dei quali è il Regno Unito, con il primo ministro Boris Johnson che ha espresso le sue ragioni in parlamento all’inizio di dicembre.

Johnson ha dichiarato: “Signor Speaker, è chiaro da quanto ho detto prima che il governo non ha esitazioni a sollevare questi problemi con la Cina, come ho fatto con il presidente Xi l’ultima volta.

READ  I membri del comitato governativo giapponese chiedono aiuto alle aziende che monitorano gli aumenti salariali

Il boicottaggio diplomatico delle Olimpiadi invernali di Pechino sarebbe effettivo, senza la presenza dei ministri.

“Penso che la casa del presidente e i funzionari non siano lì, ma cosa posso dire alla Camera – non penso che i boicottaggi sportivi siano sensati, è la politica del governo”.

Il primo ministro australiano ha chiesto il boicottaggio dei Giochi, riconoscendo che non invieranno i propri funzionari in Cina poiché le relazioni tra Australia e Cina si sono deteriorate.

Il primo ministro australiano Scott Morrison ha dichiarato: “Quindi non sorprende che i funzionari del governo australiano non vadano in Cina per quei giochi.

“La Cina non ha invitato nessun funzionario del governo australiano a partecipare alle Olimpiadi invernali e nessuno si preoccuperà se verranno o meno.

“E francamente, non sorprende che non invieremo funzionari australiani a quei giochi.

“Non c’è nessun impedimento da parte nostra, ma il governo cinese non accetta l’opportunità di continuare ad affrontare questi problemi”.