Maggio 24, 2022

Basilicata Press

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, reportage e podcast relativi all'Italia

La catena alimentare giapponese ha licenziato il direttore per l’osservazione sessista di “aver fatto agganciare le vergini alle ciotole di manzo”.

Yoshinoya, una delle più grandi catene alimentari del Giappone, ha licenziato il suo amministratore delegato che ha suscitato indignazione per aver fatto osservazioni sessiste durante una lezione universitaria.

Masaaki Ito, amministratore delegato della catena di fast food famosa per le sue ciotole di manzo su riso a basso costo, è stato licenziato per aver fatto osservazioni “assolutamente inaccettabili”, ha affermato la società in una nota.

“Le sue parole e azioni estremamente inaccettabili non possono essere tollerate dal punto di vista dei diritti umani e delle questioni di genere”, ha affermato la società.

Il dirigente dell’azienda ha fatto le osservazioni durante una conferenza di marketing presso la Waseda University di Tokyo durante il fine settimana.

Ha suggerito agli aspiranti studenti di “rendere le ragazze che sono appena uscite di casa in campagna dipendenti dalle ciotole di manzo mentre sono ancora vergini”, secondo il quotidiano giapponese Mainichi Shimbun. Ha aggiunto che “una volta che gli uomini li trattano con pasti costosi, sicuramente non mangeranno più ciotole di manzo”.

Le sue osservazioni sprezzanti sono state ampiamente riportate e sono diventate virali sui social media con gli utenti che hanno affermato di essere rimasti “scioccati” e “arrabbiati” per l’osservazione discriminatoria mentre chiedevano il boicottaggio dei suoi punti vendita.

“Mi è piaciuta la ciotola di manzo di Yoshinoya. Ma quando ho visto questa osservazione discriminatoria del membro del consiglio di Yoshinoya, sono rimasto davvero scioccato, deluso e molto molto arrabbiato. Onestamente non voglio più mangiare una ciotola di manzo di Yoshinoya “, ha affermato Yuika Shimizu, un utente di Twitter.

Yoshinoya ha detto che il signor Ito ha scritto delle scuse e si scuserà anche di persona. “Siamo profondamente dispiaciuti per questa questione”, ha affermato la società. “Ci dispiace molto.”

READ  Calcio: Li è l'allenatore della Cina

Anche l’università dove si è tenuta la lezione si è scusata per i suoi commenti e ha detto che lo avrebbero rimosso dalla posizione di docente ospite.

“Siamo consapevoli che molte persone si sono offese dopo aver appreso dei (commenti del dirigente) sui social media e sui notiziari. Ci scusiamo profondamente come organizzatore dell’evento”, si legge nel quotidiano.

Yoshinoya è una delle principali catene di fast food in Giappone con 2.700 punti vendita nel paese e molti altri all’estero. L’azienda ha una sola donna nel suo consiglio, secondo il sito web, mentre negli ultimi anni si sta sforzando di espandere l’appeal dei suoi piatti alle donne.