Agosto 7, 2022

Basilicata Press

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, reportage e podcast relativi all'Italia

JudoInside – Notizie – Natsumi Tsunoda si assicura il primo oro del Giappone a Ulaanbaatar

La giornata di apertura del Grande Slam di Ulaanbaatar non è stata una giornata facile per le donne giapponesi poiché sia ​​Yoshida che Shishime sono state eliminate rapidamente, ma fortunatamente per lei, la campionessa del mondo 2021, Natsumi Tsunoda è riuscita a raggiungere la finale della divisione dei pesi più leggeri. Dopo un addio al primo round, è riuscita a segnare ippon nelle sue tre partite successive, trascorrendo non più di quattro minuti e mezzo in totale sul tatami.

Ad affrontare la fortezza giapponese in finale è stata Narantsetseg Ganbaatar (MGL), già vincitrice ad Antalya in questa stagione, mentre la sua connazionale, Baasankhuu Bavuudorj, che aveva compiuto miracoli a Parigi (2°), Tel Aviv (3°) e Antalya (2°) , questa volta non è riuscito a uscire dalla fase a eliminazione diretta.

Sono bastati 29 secondi per determinare il vincitore poiché Narantsetseg Ganbaatar ha applicato una certa tensione al braccio di Tsunoda che ha portato alla squalifica diretta. Ovviamente il pubblico è rimasto deluso ma ha subito capito la decisione presa dall’arbitro e ha applaudito sia judoka, Tsunoda per la sua medaglia d’oro e Ganbaatar per la sua brillante competizione finora.

Leyla Aliyeva (AZE) e Hyekyeong Lee (KOR) hanno vinto i biglietti per lottare per la medaglia di bronzo. Con il passare dei minuti, Aliyeva si è rivelata sempre più pericolosa, anche se nessuno dei suoi attacchi sembrava davvero in grado di fare la differenza. Una palese mancanza di controllo non le ha permesso di concludere, né in piedi né a terra. Alla fine è stata questa mancanza di precisione a costare la vittoria ad Aliyeva, che, su un attacco mal preparato, è stata contrattaccata all’indietro per ippon e una prima medaglia del Grande Slam per Hyekyeong Lee.

READ  Analisi COVID-19 per il mercato globale degli sbrinatori per autoveicoli 2022-2031

Sabina Giliazova (IJF) e Abiba Abuzhakynova (KAZ) si sono affrontate per la seconda medaglia di bronzo. Con Giliazova destrorsa e Abuzhakynova mancino, l’opposizione di stile era totale, la chiave era quel braccio che entrambi gli atleti volevano controllare. Dopo un primo shido assegnato all’inizio della partita, una seconda penalità è stata assegnata ad Abuzhakynova per un falso attacco mentre si lasciava cadere sulla schiena per eseguire un sutemi-waza, ma senza controllo. Nella sequenza successiva, Giliazova ha provato a lanciare la sua avversaria con una tecnica proibita e per questo è stata penalizzata con hansoku-make, offrendo la prima medaglia di bronzo in un grande slam per Abuzhakynova.