Settembre 24, 2021

Basilicata Press

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, reportage e podcast relativi all'Italia

Japan Reserve Max Max Japan riceve la prima femmina alfa in 70 anni di storia

In un raro evento nel mondo di Simeon, una bambina di nove anni di nome Yukai diventa proprietaria di 677 truppe di scimmie mecca giapponesi in una riserva naturale sull’isola di Kyushu. Giappone.

Le tracce di Yake sono iniziate ad aprile quando ha battuto sua madre per diventare la ragazza alfa della truppa al Takasiyama Wildlife Sanctuary a Oita. Sebbene fosse l’apice per la maggior parte delle scimmie femmine, Yakoi decise di gettare il suo peso di 10 kg tra i maschi.

Alla fine di giugno, ha sfidato il 31enne maschio alfa Sanju, che era stato il capo della “Truppa B” nell’area della riserva per cinque anni.

Sorpresi guardiani a Takasakiyama hanno affermato che la Riserva non aveva mai avuto un capo scimmia femmina nei suoi 70 anni di storia, conducendo un “test delle arachidi” il 30 giugno e mettendo le noci sul tabellone per vedere chi mangiava per primo. Sanju fece un passo indietro e diede a Yakai i primi consigli alla festa per confermare lo stato alpha.

“Da allora, Yakoi si arrampica sugli alberi e li scuote, il che è un’espressione di potere e un comportamento molto raro nelle donne”, ha detto al Guardian Satoshi Kimoto, mentore di Takasiyama.

“Sta camminando con la coda alzata, il che è molto insolito per una donna”, ha detto Kimoto, aggiungendo che il personale della Riserva non sapeva le ragioni delle azioni dominanti di Yakai.

Fondato come santuario delle scimmie nel 1952, Takasakiyama possiede circa 1.500 macachi, divisi tra A e Troop B. Cibo fornito dai guardiani.

La popolazione selvatica di macaco giapponese è stimata in oltre 100.000 ed è distribuita su tre delle quattro isole principali del Giappone: Kyushu, Honshu e Shikoku.

A volte sono noti per essere aggressivi, e questo è spiegato come una sfida perché gli alpinisti, gli alpinisti e i visitatori della Riserva Takasakiyama sono invitati a non mantenere il contatto visivo con loro.

READ  La nuotatrice olimpica giapponese Ohashi ha vinto l'oro nei 200 m misti femminili