Il ministro delle finanze giapponese Suzuki

  • Nessun commento sui livelli FX
  • La stabilità FX è importante, le mosse rapide sono indesiderabili
  • Osservando da vicino l’impatto dei movimenti del forex sull’economia e sui mercati finanziari del Giappone
  • Il governo giapponese risponderà in modo appropriato ai tassi di cambio seguendo l’accordo del G7 sulle valute e mantenendo una stretta comunicazione con gli Stati Uniti e altre autorità

Abbiamo ricevuto osservazioni in corso dalle autorità giapponesi simili (quasi esattamente le stesse) poiché lo yen è diminuito rapidamente nelle ultime settimane e mesi. Lo yen si è rafforzato un po’ durante la notte. USD/JPY è sceso dai massimi sopra 131,20 tornando a 130,00. I commenti di Suzuki mirano qui a stabilizzare la valuta. Potrebbe aver bisogno di un po’ di fortuna con quello!

Yen giapponese

Yen giapponese

Lo yen giapponese (JPY) è la valuta ufficiale del Giappone e al momento in cui scriviamo è la terza valuta più scambiata al mondo dietro solo al dollaro USA e all’euro. Lo JPY è ampiamente utilizzato come valuta di riserva e su cui si basa i commercianti di forex come valuta rifugio. Originariamente implementato nel 1871, lo JPY ha avuto una lunga storia ed è sopravvissuto a molteplici guerre mondiali e altri eventi. Ciò fu seguito dalla creazione della Banca del Giappone (BoJ) nel 1882 e dalla completa supervisione dello JPY da parte del governo giapponese solo nel 1971. Il Giappone ha storicamente mantenuto una politica di intervento valutario, continuando fino ad oggi. La BoJ aderisce anche a una politica di tassi di interesse da zero a quasi zero e il governo giapponese ha precedentemente adottato una rigorosa politica anti-inflazione Quali fattori influenzano lo JPY?Il ruolo sopra menzionato della BoJ ha plasmato drammaticamente lo JPY nei mercati forex. Eventuali ulteriori cambiamenti nella politica monetaria da parte della banca centrale sono seguiti da vicino dai commercianti di forex. Inoltre, l’Overnight Call Rate è il tasso interbancario chiave a breve termine. La BoJ utilizza il call rate per segnalare i cambiamenti di politica monetaria, che a loro volta hanno un impatto sullo JPY. La BoJ acquista anche titoli di stato giapponesi (JGB) a 10 e 20 anni su base mensile per iniettare liquidità nel sistema monetario. Il conseguente rendimento del benchmark JGB a 10 anni aiuta a fungere da indicatore chiave dei tassi di interesse a lungo termine. Anche i dati economici sono molto importanti per lo JPY. Le più importanti di queste pubblicazioni in Giappone sono il prodotto interno lordo (PIL), l’indagine Tankan (indagine trimestrale sul sentimento delle imprese e sulle aspettative), il commercio internazionale, i dati sulla disoccupazione, la produzione industriale e l’offerta di moneta (M2 + CD).

READ  La compagnia di autobus giapponese converte i veicoli in pensione in saune mobili

Lo yen giapponese (JPY) è la valuta ufficiale del Giappone e al momento in cui scriviamo è la terza valuta più scambiata al mondo dietro solo al dollaro USA e all’euro. Lo JPY è ampiamente utilizzato come valuta di riserva e su cui si basa i commercianti di forex come valuta rifugio. Originariamente implementato nel 1871, lo JPY ha avuto una lunga storia ed è sopravvissuto a molteplici guerre mondiali e altri eventi. Ciò fu seguito dalla creazione della Banca del Giappone (BoJ) nel 1882 e dalla completa supervisione dello JPY da parte del governo giapponese solo nel 1971. Il Giappone ha storicamente mantenuto una politica di intervento valutario, continuando fino ad oggi. La BoJ aderisce anche a una politica di tassi di interesse da zero a quasi zero e il governo giapponese ha precedentemente adottato una rigorosa politica anti-inflazione Quali fattori influenzano lo JPY?Il ruolo sopra menzionato della BoJ ha plasmato drammaticamente lo JPY nei mercati forex. Eventuali ulteriori cambiamenti nella politica monetaria da parte della banca centrale sono seguiti da vicino dai commercianti di forex. Inoltre, l’Overnight Call Rate è il tasso interbancario chiave a breve termine. La BoJ utilizza il call rate per segnalare i cambiamenti di politica monetaria, che a loro volta hanno un impatto sullo JPY. La BoJ acquista anche titoli di stato giapponesi (JGB) a 10 e 20 anni su base mensile per iniettare liquidità nel sistema monetario. Il conseguente rendimento del benchmark JGB a 10 anni aiuta a fungere da indicatore chiave dei tassi di interesse a lungo termine. Anche i dati economici sono molto importanti per lo JPY. Le più importanti di queste pubblicazioni in Giappone sono il prodotto interno lordo (PIL), l’indagine Tankan (indagine trimestrale sul sentimento delle imprese e sulle aspettative), il commercio internazionale, i dati sulla disoccupazione, la produzione industriale e l’offerta di moneta (M2 + CD).
Leggi questo termine