Maggio 24, 2022

Basilicata Press

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, reportage e podcast relativi all'Italia

Il Qatar affronterà l’Olanda, il Giappone la Spagna e la Germania

Le aspiranti asiatiche alla Coppa del Mondo FIFA 2022 avranno tutto da fare per uscire dalla fase a gironi, dopo che tutti e cinque i contendenti garantiti hanno avuto mani difficili nel sorteggio finale di venerdì sera a Doha.

Il Giappone, l’unica squadra asiatica a raggiungere gli ottavi di finale nel 2018, è stata inserita nel Gruppo E insieme a due dei tre campioni più recenti di Spagna (2010) e Germania (2014), nonché la vincitrice dei playoff tra Costarica e Nuova Zelanda.

– Tan: l’unica carenza che le aspiranti alla Coppa del Mondo dell’Asia devono affrontare
– IN DIRETTA: sorteggio Coppa del Mondo 2022

“Penso che ogni squadra in una Coppa del Mondo sia forte”, ha detto in seguito l’allenatore del Giappone Hajime Moriyasu. “Spagna e Germania hanno già vinto il titolo. Abbiamo l’obiettivo di raggiungere i quarti di finale e questo non cambia, non importa chi siano gli avversari. Non vedo l’ora di combattere”.

Nel frattempo, la Corea del Sud affronterà anche alcune delle tradizionali potenze mondiali del calcio, poiché affronterà Portogallo, Uruguay e Ghana nel Gruppo H.

Anche se vantano una propria superstar globale nell’asso del Tottenham Figlio Heung-mini sudcoreani dovranno confrontarlo con artisti del calibro di Cristiano Ronaldo, Bruno Fernandes, Luis Suarez e Edinson Cavani nel loro tentativo di raggiungere gli ottavi di finale per la prima volta dal 2010.

“Quando arrivi alle finali di una Coppa del Mondo, non puoi aspettarti pareggi facili… e credere in miracoli che non esistono”, ha detto l’allenatore della Corea del Sud Paulo Bento in reazione al sorteggio. “Essendo un gruppo difficile per noi, ritengo che Portogallo e Uruguay siano i favoriti. La maggior parte delle persone sarà d’accordo”.

Presente negli ultimi quattro tornei, l’Australia ha ancora la possibilità di raggiungere il Qatar 2022 tramite i playoff e, se dovesse arrivarci, si ritroverà nel Gruppo D insieme a Francia e Danimarca – due squadre che hanno affrontato anche quattro anni fa – così come la Tunisia.

Al debutto nel torneo, i padroni di casa del Qatar non avranno vita facile, ma forse saranno sollevati dal fatto di non aver subito un destino così terribile come il Giappone e la Corea del Sud.

I qatarioti, nel Gruppo A, affronteranno Ecuador, Senegal e Olanda, con l’ultimo dei loro tre pareggi – contro gli olandesi – il 19 novembre. 29 probabilmente sarà il più atteso.

Dopo aver dato un ottimo resoconto di sé nel 2018, perdendo gli ottavi di finale per un solo punto dietro a Spagna e Portogallo, l’Iran dovrebbe essere tranquillamente fiducioso nelle proprie possibilità di suscitare ancora scalpore anche se dovrà fare i conti con la potenza dell’Inghilterra in Gruppo B.

Le altre due squadre che il Team Melli affronterà nel proprio girone sono gli Stati Uniti, che hanno battuto 2-1 in un incontro memorabile nel 1998, nonché l’ultima vincitrice dei playoff europei: Galles, Scozia o Ucraina.

L’allenatore dell’Iran Dragan Skocic ha voluto minimizzare la trama geopolitica tra Iran e Stati Uniti

READ  Olympic-Baseball-USA batte la Corea del Sud e avanza ai quarti di finale con il Giappone

“Non mi interessa questo”, ha detto. “Certo che c’è una storia, ma siamo concentrati sul gioco. Penso solo al calcio e non alle cose esterne”.

Infine, l’Arabia Saudita avrà la possibilità di confrontarsi con due delle più grandi stelle del calcio mondiale mentre scoprono come contenere Lionel Messi e Robert Lewandowski rispettivamente dell’Argentina e della Polonia, nonché del Messico.

L’allenatore dell’Arabia Saudita Herve Renard non si fa illusioni sul compito che attende la sua squadra.

“E’ un gruppo molto difficile”, ha detto. “Affrontare l’Argentina nella prima partita sarà molto difficile, sappiamo che il Messico è una squadra molto forte e molto veloce, mentre la Polonia sta facendo molto bene – [Robert] Lewandowski è un marcatore fantastico”.

GRUPPO A: Qatar (51), Ecuador (46), Senegal (20), Paesi Bassi (10)
GRUPPO B: Inghilterra (5), IR Iran (21), Stati Uniti (15), Playoff Winners
GRUPPO C: Argentina (4), Arabia Saudita (49), Messico (9), Polonia (26)
GRUPPO D: Francia (3), Vincitori dei playoff, Danimarca (11), Tunisia (35)
GRUPPO E: Spagna (7), Vincitori dei playoff, Germania (12), Giappone (23)
GRUPPO F: Belgio (2), Canada (38), Marocco (24), Croazia (16)
GRUPPO G: Brasile (1), Serbia (25), Svizzera (14), Camerun (37)
GRUPPO H: Portogallo (8), Ghana (60), Uruguay (13), Corea del Sud (29)