Maggio 24, 2022

Basilicata Press

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, reportage e podcast relativi all'Italia

Il poco conosciuto passato marinaro del Giappone – BBC Travel

Quasi ogni aspetto della costruzione dei ponti è stato un primato mondiale, ha affermato Toshio Kutsukake, direttore della Divisione Expressway del Ministero del Territorio, delle Infrastrutture, dei Trasporti e del Turismo del Giappone. Il principale tra questi è stato lo sviluppo di materiali compositi in cemento e acciaio. “Materiali difficili con cui lavorare”, ha detto, “perché influiscono sulla forza del ponte”. Ma erano fondamentali per ottenere le lunghe campate del ponte riducendo al minimo i monconi per proteggere l’ambiente. Le isole Geiyo si trovano nel Parco Nazionale di Setonaikaiil primo parco nazionale del Giappone creato nel 1934, e c’era la necessità di far fondere i ponti con il paesaggio marino.

Mentre percorrevo lo Shimanami Kaido, non era affatto congestionato e, con gli svincoli su ogni isola, il percorso sembrava fatto per essere esplorato.

A modo suo, lo era. A differenza di altre due strade costruite come rotte commerciali attraverso il mare interno di Seto, la Shimanami Kaido è stata costruita per essere una strada per l’uso quotidiano, ha detto Kutsukake. La costruzione iniziò nel 1975 dopo quasi un secolo di pressioni da parte degli isolani per un modo più comodo e sicuro per raggiungere negozi, scuole e ospedali. Nel 1955, un tragico incidente in traghetto provocò la perdita di centinaia di vite, creando ulteriore pressione per la rotta.

Ci sono corsie dedicate separate per pedoni, biciclette e ciclomotori. In una delle torri di ancoraggio del ponte Kurushima Kaikyo, c’è persino un ascensore che scende alla minuscola isola di Uma (13 abitanti).