Gennaio 22, 2022

Basilicata Press

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, reportage e podcast relativi all'Italia

Il petrolio è in aumento mentre gli investitori si concentrano sulla decisione OPEC +


Foto del file: La visualizzazione pubblica mostra la raffineria Cataratta di Bemex, una compagnia petrolifera statale messicana con sede a Cotterota, alla periferia di Montreux, in Messico. 20 aprile 2020. REUTERS / Daniel Becerril / File Photo

di Nova Browning

LONDRA (Reuters) – L’aumento dei prezzi del petrolio giovedì ha cancellato le perdite del giorno precedente, con gli investitori che hanno aggiustato le loro posizioni in vista della decisione dell’OPEC+ sulla politica di offerta, ma hanno chiuso i guadagni sui timori che la variante del virus Omicron Corona possa influenzare la domanda di carburante.

I futures sul greggio Brent sono scesi dello 0,5% a 1040 GMT nella sessione precedente, in rialzo di $ 1,56 o del 2,3% a $ 70,43 al barile.

I futures del greggio US West Texas Intermediate (WTI) sono aumentati di $ 1,52 o del 2,3% a $ 67,09 dopo essere scesi dello 0,9% mercoledì.

I prezzi globali del petrolio sono scesi di oltre 10 dollari al barile da giovedì scorso, quando la notizia di Omicron ha scosso gli investitori.

L’Organizzazione dei paesi esportatori di petrolio (OPEC) e i suoi alleati, noti come OPEC +, dovrebbero decidere giovedì se rilasciare più petrolio sul mercato o limitare l’offerta come previsto in precedenza.

L’inizio della riunione è previsto per le 13:00 GMT.

Da agosto il Gruppo ha rilasciato ogni mese ulteriori 400.000 barili (bpd) al giorno di distribuzione globale, riducendo gradualmente i tagli record concordati entro il 2020.

Tuttavia, la nuova variante del virus corona complica il processo decisionale, con fonti dell’OPEC + che suggeriscono che i ministri del gruppo probabilmente discuteranno la sospensione dell’aumento pianificato della produzione di petrolio a gennaio come opzione.

READ  Nuovi gundam anime e i tombini SARS Jagu stanno arrivando in Giappone

Geoffrey Haley, analista di mercato senior di OANDA, ritiene che il calo dei prezzi del petrolio e le incertezze intorno a Omicron spingeranno l’OPEC+ a porre fine all’aumento della produzione.

“Potrebbe restituire un po’ di stabilità ai mercati petroliferi”, ha affermato.

I timori sull’impatto della variante Omicron sono aumentati dopo che il primo caso è stato segnalato negli Stati Uniti.

Il vice segretario all’Energia degli Stati Uniti David Durk ha affermato che l’amministrazione del presidente Joe Biden potrebbe adeguare i tempi delle riserve strategiche di petrolio greggio se i prezzi globali dell’energia scendessero in modo significativo.

Giovedì i mercati petroliferi sono stati limitati ai guadagni poiché i dati settimanali sulle materie prime statunitensi hanno mostrato che le scorte di petrolio greggio statunitensi sono scese al di sotto del previsto la scorsa settimana, mentre la benzina e i distillati erano superiori alle aspettative, mentre la domanda si è indebolita. [EIA/S]

(Rapporto aggiuntivo di Yuga Obayashi, a cura di David Goodman)

(C) Brevetto Thomson Reuters 2021. Fare clic per le restrizioni –
https://agency.reuters.com/en/copyright.html