Maggio 29, 2022

Basilicata Press

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, reportage e podcast relativi all'Italia

Il nuovo radar cinese guarda verso il Giappone, mostra l’immagine satellitare

MELBOURNE, Australia – Una foto satellitare ha rivelato che la Cina ha costruito un nuovo radar di allerta precoce a lungo raggio che può essere utilizzato per rilevare missili balistici da migliaia di miglia di distanza, probabilmente coprendo tutto il Giappone.

L’immagine, scattata nel febbraio 2022 dalla società di immagini satellitari commerciali Maxar Technologies e pubblicata su Google Earth, mostra che un nuovo Large Phased Array Radar, o LPAR, è stato costruito in un sito esistente in cima a una montagna nella contea di Yiyuan, nella provincia di Shandong, a circa 70 miglia a sud-est della capitale provinciale Jinan.

Il nuovo array è puntato in direzione nord-est ed è stato costruito dopo novembre 2019. Il suo completamento può potenzialmente dare Cina preallarme sui lanci di missili balistici dalla Corea del Nord e del Sud, dalla maggior parte del Giappone e persino da parti dell’Estremo Oriente russo.

La prima LPAR del sito, situata a 36 ° 01′30 N, 118 ° 05′31 ″ E, si trova a circa 2.300 piedi sul livello del mare. È stato terminato nel 2013-2014 secondo le immagini storiche di Google Earth ed è orientato verso sud-sudest, quasi sicuramente per fornire una copertura radar di Taiwan.

La Cina è anche nota per la gestione di ulteriori siti LPAR a Lin’an nella provincia di Zhejiang e nella provincia di Heilongjiang. Questi siti consentono la copertura di allerta precoce del Giappone, della penisola coreana e di Taiwan da più angolazioni.

Un altro sito a Korla, nella provincia dello Xinjiang, fornisce una copertura di allerta precoce dell’India. Oltre a fornire avvertimento contro il lancio di missili balistici, gli LPAR possono essere utilizzati anche per il tracciamento satellitare e la sorveglianza spaziale generale.

READ  Indus ha perso contro il giapponese Takahashi in semifinale

Le capacità degli LPAR cinesi non sono note, sebbene il raggio dello stesso radar AN/FPS-115 trovato nella rete americana Pave Paws possa essere deviato fino a 60 gradi dall’asse di puntamento centrale dell’array, consentendo a ciascun array di coprire un angolo azimutale di 120 gradi.

Le foto rilasciate in precedenza degli LPAR cinesi mostrano che anche l’array è inclinato, simile a quello dell’AN / FPS-115 che è inclinato con un angolo di 20 gradi, consentendo al raggio di essere diretto a qualsiasi angolo di elevazione compreso tra 3 gradi e 85 gradi .

La portata della rete radar Pave Paws non è stata pubblicata ufficialmente, sebbene l’Enciclopedia Britannica affermi che il sistema “dovrebbe rilevare bersagli con una sezione trasversale radar di 10 metri quadrati a una distanza di 3.000 miglia nautiche (5.600 km)”.

La Cina ha investito considerevolmente nel far progredire le sue capacità di consapevolezza situazionale strategica come parte del suo vasto programma di modernizzazione militare generale. Gli LPAR del paese sono parte integrante della rete di allerta precoce, difesa missilistica e localizzazione spaziale della Cina, che include anche un numero crescente di sensori spaziali e una rete di radar oltre l’orizzonte.

Mike Yeo è il corrispondente asiatico di Defense News. Ha scritto il suo primo articolo su una rivista relativa alla difesa nel 1998 prima di conseguire una laurea in ingegneria aerospaziale presso il Royal Melbourne Institute of Technology in Australia. Dopo un periodo in ingegneria, è diventato un giornalista freelance della difesa nel 2013 e ha scritto per diversi media.

Altro In Asia Pacifico
Stati Uniti e India lanciano colloqui sull’IA militare
“È chiaro che l’India ha interesse a portare l’IA nella sicurezza nazionale”, ha affermato Jack Shanahan, tenente generale dell’aeronautica in pensione ed ex direttore del Joint Artificial Intelligence Center. “Quindi, questa è una buona occasione per i due dipartimenti della difesa di lavorare insieme. “