Dicembre 9, 2022

Basilicata Press

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, reportage e podcast relativi all'Italia

Il Giappone si rivolge all’India per sistemi di pagamento con codice QR più sicuri

Le aziende che forniscono servizi elettronici utilizzando i sistemi di pagamento con codice QR per smartphone hanno iniziato a introdurre competenze dall’India. I pagamenti tramite codici QR sono più diffusi lì che in Giappone e Indiametro è un paese ricco di ingegneri informatici.

La Cina è il paese in cui i pagamenti QR sono più diffusi. Tuttavia, dando la precedenza a sicurezza economicail Giappone ha dato la priorità agli ingegneri indiani.

I valori condivisi più stretti del Giappone e dell’India libertà e democrazia dovrebbero facilitare l’usabilità dei miglioramenti, come una maggiore velocità di avvio per le app di pagamento.

Gli ingegneri indiani di PayPay sono già impegnati nello sviluppo in una base in Giappone. (Fornito dalla società).

Gli obiettivi di PayPay

“Vogliamo migliorare la velocità e la qualità dei nostri sistemi di pagamento con codice QR. Ma potremmo non essere in grado di farlo se ci affidiamo solo al nostro know-how nazionale”. Kentaro Kawabe, CEO di Z Holdings, la società proprietaria PagaPaga, La più grande società di pagamento QR del Giappone, ha parlato della decisione dell’azienda di creare una base di sviluppo in India. L’occasione è stata una conferenza sulla relazione finanziaria aziendale tenutasi il 2 novembre.

PayPay ha annunciato il 28 ottobre di aver aperto una base di sviluppo in Haryana, uno stato nel nord dell’India. Collaborando sin dalla sua fondazione nel 2018 con Paytm, il più grande gigante indiano dei pagamenti con codice QR, PayPay ha trasferito temporaneamente i dipendenti. Tuttavia, ora assumerà direttamente ingegneri locali presso la sua base indiana e rafforzerà il proprio reparto di sviluppo software.

La direzione di PayPay spiega: “In India, i salari sono più bassi che in Canada e negli Stati Uniti. E ce ne sono molti risorse umane.”

READ  L'alto legislatore della coalizione giapponese sollecita uno stimolo economico

La politica di PayPay è quella di offrire servizi finanziari ai suoi negozi partecipanti, compreso il supporto di marketing e piccoli prestiti. E gli ingegneri indiani saranno coinvolti.

Annuncio

Nuova base di codici QR di auPay

KDDIche corre auPAY, ha anche aperto una base di sviluppo in India. Da marzo 2021, ha rielaborato i processi della sua app con ingegneri indiani locali per migliorare la velocità di lancio con incrementi di 0,01 secondi.

“È migliorato, al punto che a volte è persino più veloce di PayPay ora”, ha affermato Yoshinori Kikuchi, capo dipartimento di auPAY.

Rakuten (fornito dall’azienda)

8 anni di esperienza di Rakuten in India

Rakuten ha istituito Rakuten India, la sua base di sviluppo locale, nel 2014. Questa base collabora con la sede centrale giapponese per migliorare i servizi, inclusa l’app di pagamento QR Rakuten Pay.

Nell’ottobre 2022, Rakuten ha annunciato una nuova funzionalità che consente di pagare senza avviare l’app. Diventa possibile dopo aver registrato Rakuten o altre carte di credito nell’app Rakuten Pay.

Kisho Riku, vice manager di Rakuten Pay, ha affermato con orgoglio: “Grazie a questa nuova funzionalità, il tempo di lancio dell’app è diventato zero”.

Sistema di codici QR di NTT DOCOMO

d-Barai è gestito da NTT DOCOMO. NTT Comware è stata costituita come consociata interamente controllata da NTT nell’ottobre 2021.

Il suo know-how di sviluppo software viene utilizzato nei suoi uffici in Giappone per migliorare l’app d-Barai. L’obiettivo di NTT DOCOMO? L’azienda intende superare PayPay come app di lancio più veloce.

India senza contanti

Secondo i dati pubblicati dalla Banca dei regolamenti internazionali, il tasso di pagamenti senza contanti in India è uno dei più alti al mondo. Inoltre, stanno diventando sempre più diffusi ogni anno.

Annuncio

Tuttavia, il paese in cui il pagamento tramite codice QR è più onnipresente è ancora la Cina. Allo stesso tempo, ci sono preoccupazioni per il trattamento dei dati personali in Cina.

READ  Toyota prevede di tagliare del 17% la produzione globale ad aprile

La direzione di PayPay ha affermato: “La creazione di una base di sviluppo in Cina non è fattibile per motivi di sicurezza finanziaria”.

L’app di ogni azienda ha ancora problemi da risolvere. Ad esempio, ci sono difficoltà nella ricerca di negozi in cui è accettato quel metodo di pagamento specifico. Sembra che la cooperazione con gli ingegneri indiani per migliorare l’usabilità di questi sistemi QR rimarrà cruciale in futuro.

IMPARENTATO:

(Leggi il rapporto in giapponese a questo link.)

Autore: Reo Otsubo