Luglio 7, 2022

Basilicata Press

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, reportage e podcast relativi all'Italia

Il Giappone riprenderà il turismo a giugno; solo tour confezionato per ora

Il Giappone aprirà i suoi confini ai turisti stranieri a giugno per la prima volta da quando ha imposto rigide restrizioni di viaggio per la pandemia circa due anni fa, ma per ora solo per i pacchetti turistici, ha affermato giovedì il primo ministro.

A partire dal 10 giugno, il Giappone consentirà l’ingresso di persone in tour con orari fissi e guide, ha affermato il primo ministro Fumio Kishida.

I turisti provenienti da aree con bassi tassi di infezione da COVID-19 che hanno ricevuto tre dosi di vaccino saranno esentati dai test e dalla quarantena dopo l’ingresso.

Il Giappone questa settimana ospita piccoli pacchetti turistici sperimentali da quattro paesi, Australia, Singapore, Thailandia e Stati Uniti. Quell’esperimento, che coinvolge solo 50 persone che hanno ricevuto visti speciali, non visti turistici, terminerà il 31 maggio.

Dopo aver affrontato le critiche sul fatto che i suoi severi controlli alle frontiere fossero xenofobi, il Giappone ha iniziato ad allentare le sue restrizioni all’inizio di quest’anno e attualmente consente l’ingresso di un massimo di 10.000 persone al giorno, inclusi cittadini giapponesi, studenti stranieri e alcuni viaggiatori d’affari.

Il Giappone raddoppierà il limite a 20.000 al giorno dal 1 giugno, che includerà anche i partecipanti al pacchetto turistico, ha affermato Makoto Shimoaraiso, un funzionario di gabinetto responsabile delle misure pandemiche.

La scala dei pacchetti turistici e altri dettagli saranno finalizzati dopo che i funzionari avranno valutato i risultati degli attuali tour sperimentali, ha affermato.

Ci vorrà del tempo prima che i visitatori stranieri possano venire in Giappone per il turismo individuale, ha detto Shimoaraiso.

L’industria del turismo giapponese, duramente colpita dai controlli alle frontiere, è impaziente di riprendere il turismo straniero. Le infezioni da COVID-19 sono rallentate in Giappone dall’inizio di quest’anno e il governo sta gradualmente espandendo l’attività sociale ed economica.

READ  Ci sono sette taxi fortunati a Tokyo, in Giappone, e siamo appena saliti su uno di loro

Kishida ha dichiarato durante una visita a Londra all’inizio di questo mese di aver pianificato di allentare i controlli alle frontiere già a giugno in linea con le politiche di altri paesi industrializzati del Gruppo dei Sette, ma non ha fornito ulteriori dettagli.

Gli arrivi di turisti stranieri sono diminuiti di oltre il 90% nel 2020 dal record di 31,9 milioni dell’anno prima, quasi spazzando via il mercato del turismo inbound pre-pandemia di oltre 4 trilioni di yen (31 miliardi di dollari).