Maggio 29, 2022

Basilicata Press

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, reportage e podcast relativi all'Italia

Il Giappone rilascerà 6 milioni di barili di petrolio dalle riserve private come parte dell’azione guidata dall’AIE

TOKYO- Il ministero dell’industria giapponese ha dichiarato venerdì che rilascerà 6 milioni di barili di petrolio dalle riserve private come parte del suo contributo a un secondo round del rilascio coordinato dell’Agenzia internazionale dell’energia (IEA) per calmare i prezzi del greggio.

Il Giappone rilascerà il petrolio, equivalente a circa tre giorni di consumo interno, consentendo alle raffinerie locali di abbassare il livello delle scorte obbligatorie nelle riserve private di tre giorni, a 63 giorni di domanda interna, dal 16 aprile all’8 ottobre.

Il Giappone ha dichiarato all’inizio di questo mese che rilascerà un record di 15 milioni di barili di petrolio dalle riserve nazionali come parte di un secondo round di rilascio coordinato guidato dall’AIE.

I restanti 9 milioni di barili di petrolio saranno rilasciati dalle riserve petrolifere statali, con dettagli come il metodo da utilizzare e le tempistiche da decidere in seguito, ha affermato un funzionario del ministero.

Il Giappone deteneva circa 470 milioni di barili di riserve di petrolio alla fine di gennaio, o 236 giorni di consumo interno, comprese riserve statali, riserve private detenute dai serbatoi delle raffinerie locali e uno schema congiunto di stoccaggio del petrolio greggio con i paesi produttori.

All’inizio di questo mese, gli stati dell’AIE hanno concordato di prelevare 60 milioni di barili di petrolio dallo stoccaggio, oltre a un rilascio di 180 milioni di barili annunciato da Washington a fine marzo volto a raffreddare i prezzi dopo l’invasione russa dell’Ucraina.

(Segnalazione di Yuka Obayashi; Montaggio di Kirsten Donovan)

READ  L'azienda giapponese sviluppa forse il più difficile in assoluto: Rubik's Cube Impossible