Dicembre 6, 2022

Basilicata Press

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, reportage e podcast relativi all'Italia

Il Giappone progetta edifici a gravità artificiale per Marte e la Luna

I ricercatori giapponesi hanno proposto un progetto di struttura a gravità artificiale che potrebbe aiutare a ridurre i rischi per la salute per gli esseri umani che vivono nello spazio.

I ricercatori dell’Università di Kyoto e della Kajima Corporation hanno proposto di costruire edifici a gravità artificiale per consentire insediamenti umani su Marte e sulla Luna.

Il design delle strutture prevede enormi strutture rotanti che creerebbero l’effetto di una gravità simile alla Terra attraverso la forza centripeta.

Le proposte seguire uno studio pubblicato all’inizio di questo mese che ha trovato Gli astronauti hanno sofferto significativa perdita ossea, mentre in ambienti a bassa gravità. Un anno dopo il ritorno sulla Terra, gli astronauti coinvolti nello studio avevano recuperato solo la metà della perdita ossea, sollevando preoccupazioni sui rischi per la salute che gli esseri umani avrebbero dovuto affrontare viaggiando su altri pianeti.

Per risolvere questo problema, i ricercatori hanno ha proposto di costruire una struttura vivente sulla Luna chiamata Lunar Glass. Il L’architettura cilindrica è larga 100 metri e alta fino a 400 metri. Completa una rotazione completa una volta ogni 20 secondi, generando 1G di gravità dove il raggio è il più grande, che è equivalente a quello sperimentato sulla Terra.

Le superfici multipiano degli edifici rotanti sono circondate da acqua liquida e terreni alberati, creando un mini-bioma con cicli di acqua e carbonio per sostenere le popolazioni umane.

I ricercatori hanno condiviso i rendering 3D del vetro lunare, progettato dal SIC Human Spaceology Center dell’Università di Kyoto. Hanno anche proposto di costruire una struttura simile chiamata Mars Glass è proposta per Marte e un sistema di trasporto interplanetario che mantenga una gravità simile alla Terra. in viaggio chiamato il sistema Hexatrack.

“Non esiste un piano del genere nei piani di sviluppo spaziale di altri paesi”, ha affermato Yosuke Yamashiki, direttore del SIC Human Spaceology Center. “Il nostro piano rappresenta importanti tecnologie cruciali per garantire che gli esseri umani possano spostarsi nello spazio in futuro”.

La forza gravitazionale della Luna è circa il 16,6% di quella terrestre, mentre quella di Marte è più vicina al 38% della forza gravitazionale del Pianeta Blu.

La gravità simulata rotazionale è già stata utilizzata nelle centrifughe ad alto g per addestrare astronauti e aviatori. Tuttavia, sebbene sI film di fantascienza tra cui Elysium e Interstellar presentano veicoli spaziali rotanti, nessun veicolo spaziale esistente è stato ancora progettato per simulare la gravità.

“Lo sviluppo di una struttura residenziale a gravità artificiale con l’Università di Kyoto sarà un momento spartiacque nella ricerca spaziale”, ha affermato Takuya Ohno, architetto e ricercatore di Kajima. “Lavoreremo per rendere questa ricerca congiunta significativa per l’umanità”.

I ricercatori sono in attesa la costruzione delle strutture a grandezza naturale richiederà circa 100 anni, anche se sperano di costruire una versione semplificata sul vetro lunare entro il 2050.

READ  Alti funzionari giapponesi evitano le Olimpiadi di Pechino: rapporti | Notizie olimpiche

Iscriviti all’e-mail di E&T News per ricevere notizie fantastiche come questa nella tua casella di posta ogni giorno.