Ottobre 2, 2022

Basilicata Press

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, reportage e podcast relativi all'Italia

Il Giappone intende mantenere la partecipazione ai progetti Sakhalin, afferma il ministro dell’Industria

Il Giappone intende mantenere una partecipazione nel progetto petrolifero e del gas Sakhalin-1 in Russia, ha affermato lunedì il ministro dell’Industria Koichi Hagiuda, dopo che la Russia ha temporaneamente vietato agli investitori occidentali di vendere azioni in progetti energetici chiave.

Il progetto ha contribuito a diversificare l’approvvigionamento energetico del Giappone, ha detto Hagiuda in una conferenza stampa.

“Sakhalin-1 è una preziosa fonte non del Medio Oriente per il Giappone, che dipende dal Medio Oriente per il 90% delle sue importazioni di petrolio greggio”, ha affermato Haguida, ministro dell’Economia, del commercio e dell’industria.

“Non c’è alcun cambiamento nel mantenere gli interessi delle società giapponesi”, ha affermato.

La Russia ha vietato agli investitori dei cosiddetti paesi ostili di vendere azioni di banche e progetti energetici chiave, tra cui Sakhalin-1, fino alla fine dell’anno, aumentando la pressione in uno scontro sanzionatorio con l’Occidente.

Sakhalin Oil and Gas Development, un consorzio giapponese, possiede il 30% di Sakhalin-1.

Separatamente, un ago. 2 Il decreto del governo russo ha concesso agli investitori stranieri del progetto Sakhalin-2 per il gas naturale liquefatto (GNL) un mese per rivendicare le loro partecipazioni in una nuova entità che sostituirà quella esistente. Gli investitori stranieri includono Royal Dutch Shell e le case commerciali giapponesi Mitsui & Co. e Mitsubishi Corp.

Hagiuda ha ribadito che il Giappone intendeva che le case commerciali giapponesi mantenessero partecipazioni in Sakhalin-2.

“Dovremo prendere in considerazione misure specifiche dopo aver confermato i dettagli della decisione della Russia”, ha affermato.

“Il settore pubblico e quello privato lavoreranno insieme per garantire una fornitura stabile di GNL al Giappone”, ha affermato Hagiuda. Condividevano una politica di base sul mantenimento della posta in gioco e sperava che le società commerciali avrebbero avviato la procedura per la conversione alla nuova entità se avessero potuto soddisfare le condizioni della Russia.

READ  La produzione di latte crudo in Giappone è aumentata dello 0,8% nell'esercizio 2022

Mitsui ha una partecipazione del 12,5% in Sakhalin-2. Mitsubishi detiene il 10%.