Agosto 7, 2022

Basilicata Press

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, reportage e podcast relativi all'Italia

Il Giappone comunica agli Stati Uniti la sua intenzione di mantenere una partecipazione nel progetto del gas Sakhalin-2

Il ministro dell’economia e dell’industria giapponese Hagiuda Koichi ha notificato agli Stati Uniti l’intenzione del suo paese di mantenere le partecipazioni nel progetto Sakhalin-2 per petrolio e gas naturale nella regione dell’Estremo Oriente russo.

Hagiuda ha espresso la posizione del Giappone durante i colloqui inaugurali “due più due” dei capi economici ed esteri del Giappone e degli Stati Uniti a Washington venerdì.

Parlando con i giornalisti dopo i colloqui, Hagiuda ha affermato che il progetto Sakhalin-2, in cui due società commerciali giapponesi detengono quote importanti, è stato tra gli argomenti discussi dai funzionari.

Ha detto di essere a conoscenza degli inviti al Giappone per ritirarsi dal progetto. Tuttavia, ha affermato che il ritiro significherebbe cedere i diritti del Giappone a una terza parte e, di conseguenza, la Russia raccoglierebbe enormi profitti.

Ha detto di aver spiegato l’intenzione del Giappone di mantenere lo status quo ai funzionari statunitensi. Ha aggiunto che credeva che la parte statunitense avesse capito la posizione del Giappone.

Alla fine di giugno, il presidente russo Vladimir Putin ha firmato un decreto per sostituire l’attuale operatore del progetto con una nuova entità russa, adducendo minacce agli interessi nazionali e alla sicurezza economica della Russia.

Rimane incerto se il Giappone sarà in grado di continuare ad acquistare gas naturale dalla regione come prima.

La Russia non ha ancora proposto alcuna condizione affinché le aziende giapponesi mantengano la loro partecipazione nel progetto.

READ  Popolare romanzo giapponese adattato per la scena cinese