Maggio 24, 2022

Basilicata Press

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, reportage e podcast relativi all'Italia

Il FMI esorta il Giappone a ridurre il sostegno alla pandemia, aumentare le tasse a lungo termine


FILE PHOTO: Il logo del Fondo monetario internazionale (FMI) è visibile all’esterno dell’edificio della sede centrale a Washington, USA, 4 settembre 2018. REUTERS / Yuri Gripas

Di Leika Kihara

TOKYO (Reuters) – Venerdì il Fondo monetario internazionale ha esortato il Giappone a ridurre il sostegno alla pandemia di emergenza e a prendere in considerazione l’aumento delle tasse sulla proprietà e sui redditi da capitale una volta che la ripresa dell’economia dalla stasi indotta dalla pandemia di coronavirus sarà saldamente in atto.

Sebbene le autorità debbano continuare a sostenere le famiglie più duramente colpite dalla crisi del COVID-19, dovrebbero continuare a ridurre le misure di sollievo dalla pandemia mentre l’economia si riprende, ha affermato il FMI.

“Guardando al futuro, data la grande incertezza che circonda la pandemia, la politica fiscale dovrebbe essere agile e flessibile, adeguando la portata e la composizione del sostegno in risposta agli sviluppi epidemiologici ed economici”, ha affermato il FMI dopo un monitoraggio di routine dell’economia, noto come la sua procedura di cui all’articolo 4.

È probabile che la ripresa economica del Giappone si rafforzi quest’anno, anche se l’equilibrio dei rischi è inclinato al ribasso, ha affermato.

Una volta che la ripresa sarà saldamente in atto, il Giappone dovrà riprendere gli sforzi per frenare il suo enorme debito, ad esempio tagliando le crescenti spese mediche per una popolazione che in rapido invecchiamento, ha affermato.

Anche l’aumento dell’aliquota dell’imposta sui consumi dall’attuale 10%, così come l’aumento delle imposte sulla proprietà e sul reddito da capitale, potrebbero essere tra le opzioni, ha affermato il FMI.

“In passato si è concentrata molto sull’imposta sui consumi”, ha affermato Odd Per Brekk, vicedirettore del dipartimento Asia e Pacifico del FMI.

READ  Il Giappone e gli Stati Uniti tengono le esercitazioni della marina al largo della Corea tra le preoccupazioni per i test nucleari

“Ciò che serve è un pacchetto più ampio di misure di spesa e entrate pubbliche” che potrebbe includere un aumento dell’imposta sui consumi, ha detto a Reuters giovedì in un’intervista.

Per quanto riguarda la politica monetaria, il FMI ha esortato la Banca del Giappone a mantenere il suo massiccio programma di stimolo ea tenersi pronta a tagliare i tassi di interesse se lo slancio dell’inflazione rimane debole.

Nel suo World Economic Outlook aggiornato, il FMI prevede che la crescita economica del Giappone accelererà al 3,3% quest’anno dall’aumento dell’1,6% dello scorso anno grazie all’impulso delle misure di stimolo del governo e all’allentamento dei vincoli di fornitura globale.

Mentre lo slancio dei prezzi aumenterà ulteriormente a causa dell’aumento dei costi di importazione e della robusta domanda interna, l’inflazione rimarrà al di sotto dell’obiettivo del 2% della BOJ a medio termine, ha affermato il FMI.

L’impatto sul mercato dell’atteso inasprimento della politica della Federal Reserve statunitense è stato tra i rischi per le prospettive del Giappone, ha dichiarato venerdì Ranil Salgado, capo della missione giapponese del FMI.

“Probabilmente vedrai differenziali di tasso di interesse più ampi tra Stati Uniti e Giappone, che potrebbero esercitare pressioni al ribasso sullo yen”, ha affermato Salgado.

Ma l’accresciuta volatilità del mercato potrebbe avere l’effetto opposto di spingere al rialzo lo yen se gli investitori accumulano la valuta come un rifugio sicuro contro il rischio, ha aggiunto. “Quelli sono rischi, qualcosa da tenere d’occhio.”

(Segnalazione di Leika Kihara; Segnalazione aggiuntiva di Tetsushi Kajimoto; Montaggio di Kim Coghill e Raju Gopalakrishnan)

(c) Copyright Thomson Reuters 2022. Fare clic per le restrizioni –
https://agency.migration.com/en/copyright.html

READ  "I miei nipoti sono stati rapiti in Giappone, ma sono determinato a riunire la nostra famiglia"