Agosto 7, 2022

Basilicata Press

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, reportage e podcast relativi all'Italia

Il disaccoppiamento del Giappone si muove per ridurre il commercio con la Cina, il paese potrebbe perdere il titolo di partner commerciale n. 4 con la Corea del Sud


Cina Giappone Corea del Sud Foto d’archivio: CGTN

Mentre il Giappone e la Corea del Sud perseguono percorsi diversi nella cooperazione della catena di approvvigionamento con la Cina, con uno che si sposta verso l’armamento del commercio, mentre l’altro sta cercando di mantenerlo su una base business-to-business, gli analisti cinesi hanno affermato che i diversi approcci potrebbero avere un impatto su commercio e forse portare la Corea del Sud a superare il Giappone come quarto partner commerciale della Cina, una posizione che il Giappone ha ricoperto per anni.

I commenti arrivano venerdì quando Stati Uniti e Giappone hanno tenuto il forum “Economic 2+2”, che ha ampliato il coordinamento strategico dei due alleati sulle questioni economiche con l’obiettivo di diversificare le catene di approvvigionamento e intensificare la concorrenza high-tech con la Cina.

Gli Stati Uniti hanno fatto pressioni su Giappone e Corea del Sud affinché si unissero alle sue varie piattaforme per la “sicurezza” della catena di approvvigionamento.

Il segretario al Tesoro degli Stati Uniti Janet Yellen ha chiesto il sostegno degli alleati degli Stati Uniti per collaborare alla creazione di catene di approvvigionamento “più resilienti” tra partner fidati attraverso il cosiddetto friend-shoring a metà luglio.

Martedì, nella sua teleconferenza con il presidente del gruppo SK Chey Tae-won sui piani del secondo conglomerato sudcoreano di investire negli Stati Uniti, il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha affermato che “in passato, questo tipo di investimenti tecnologici è andato alla Cina”.

Un libro bianco pubblicato venerdì dalla Camera di commercio e industria giapponese in Cina ha rilevato che, nel campo del software, c’è la preoccupazione che sempre più aziende giapponesi in Cina sentiranno che la situazione è al di là di ciò che possono gestire, poiché gli Stati Uniti e la Cina sono invischiate in una forte concorrenza sulle tecnologie avanzate.

READ  L'asso lanciatore di Gossian va in Giappone per giocare a baseball femminile

Li Tianguo, professore associato presso il National Institute of International Strategy, ha dichiarato venerdì al Global Times che gli Stati Uniti hanno cercato di creare un cuneo attraverso la stretta e decennale cooperazione della filiera tra Cina, Giappone e Corea del Sud: il nucleo della rete produttiva dell’Asia orientale – invitando i due ultimi paesi ad aderire a una serie di meccanismi esclusivi.

La posizione attiva del Giappone nei vari forum, che hanno come tema il disaccoppiamento della catena di approvvigionamento con la Cina, è in contrasto con l’approccio più cauto della Corea del Sud, ha affermato Li.

Gli esperti hanno affermato che la legge sulla sicurezza economica recentemente approvata dal Giappone ha rallentato i suoi investimenti in Cina, mentre la Corea del Sud ha guidato gli investimenti esteri in Cina con un aumento del 37,2% su base annua nei primi sei mesi di quest’anno.

Il raffreddamento degli investimenti giapponesi e del commercio con la Cina è stato in gran parte influenzato dalla legge sulla sicurezza economica, che ha imposto alcune restrizioni e ha richiesto un controllo più severo degli investimenti affinché le società giapponesi svolgessero una cooperazione high-tech con la Cina, Chen Zilei, direttore del Centro di ricerca per Lo ha detto venerdì al Global Times l’economia giapponese della Shanghai University of International Business and Economics.

“Sebbene le imprese giapponesi siano ancora molto ottimiste riguardo allo sviluppo del mercato cinese, ci sono alcune restrizioni legali che non favoriscono la cooperazione bilaterale tra queste imprese e le imprese cinesi”, ha affermato Chen.

“Nella tendenza attuale, si prevede che il commercio della Corea del Sud con la Cina supererà presto quello del Giappone con la Cina”.

READ  Il Giappone affronta il problema del 'mega solare' · Global Voices

Nella prima metà del 2022, la Corea del Sud ha superato il Giappone come partner commerciale n. 4 della Cina, dietro all’ASEAN, all’UE e agli Stati Uniti.

In un discorso in collegamento video al forum di cooperazione della produzione e della catena di approvvigionamento dell’ASEAN Plus Three (Giappone-Cina-Corea del Sud) venerdì, il vicepremier cinese Hu Chunhua ha chiesto sforzi per garantire il regolare funzionamento delle catene di approvvigionamento per scongiurare i rischi e garantire prosperità regionale.

Hu ha accolto favorevolmente le società straniere per investire ed espandersi in Cina, approfondire la cooperazione reciprocamente vantaggiosa e stringere una partnership sicura e di alta qualità nella catena di approvvigionamento.

Li ha affermato che lo spirito di cooperazione ha prodotto frutti abbaglianti negli ultimi decenni e, di fronte alla persistente pandemia e alla volatilità dei mercati delle materie prime, la Corea del Sud e il Giappone dovrebbero apprezzare lo spirito di cooperazione che li ha portati all’attuale stato prospero.

Chen ha osservato che la cooperazione tra Cina e Giappone nei mercati terzi, compreso l’ASEAN, sta mostrando un buon slancio e c’è ancora molto spazio per la cooperazione, che non si riflette necessariamente nei dati sul commercio bilaterale e sugli investimenti.

Il Libro bianco ha anche mostrato che il 96,1% delle 8.500 aziende intervistate in Cina ha dichiarato che avrebbe ampliato la propria attività o l’avrebbe mantenuta al livello attuale, mentre quelle che pianificavano di andarsene rappresentavano solo il 3,8%, riflettendo la fiducia generale delle aziende giapponesi nel mercato cinese . .

Il sondaggio ha mostrato che la maggior parte delle aziende giapponesi che operano in Cina stanno vedendo i loro profitti raggiungere livelli prima dell’epidemia di COVID-19, puntando sulla ripresa della Cina dall’epidemia.

READ  Terremoto di magnitudo 6.3 - Oceano Pacifico settentrionale, Giappone lunedì 29 novembre 2021 alle 21:40 (GMT +9)

Chen ha affermato che i vari piani del Giappone con gli Stati Uniti potrebbero non andare come previsto, poiché i due paesi potrebbero avere differenze più ampie se gli Stati Uniti non offrono alla loro alleanza vantaggi economici concreti come agevolazioni fiscali e un più ampio accesso al mercato mentre i negoziati vanno avanti.