Agosto 7, 2022

Basilicata Press

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, reportage e podcast relativi all'Italia

I più grandi editori giapponesi intentano una causa contro il popolare pirata manga

Non è un segreto che la pirateria sia un’industria enorme e la comunità dei manga ha riscontrato la sua giusta dose di problemi con la tendenza. Per decenni, i manga popolari sono stati piratati e condivisi online con sgomento dei creatori. Poiché il mezzo è cresciuto in popolarità, così i siti Web che cercano di violare i manga a livello globale. E ora, un nuovo rapporto ha confermato che molti dei più grandi editori giapponesi stanno intentando una causa da 14 milioni di dollari contro un massiccio servizio di pirateria manga.

La notizia arriva dal Giappone poiché i rapporti hanno confermato che è stata intentata una causa congiunta contro il sito Mangamura. Shueisha, Kadokawa e Shogakukan si sono uniti per perseguire il servizio di pirateria. Secondo il tribunale distrettuale di Tokyo, la causa intentata è di 14,2 milioni di dollari di danni da 17 serie totali.

Secondo la causa, i manga citati nei suoi danni sono One Piece, Kingdom, Yawara, Dorohedoro, Overlord, Sgt. Frog, Wise Man’s Grandchild, The Rising of the Shield Hero, Trinity Seven, Hinamatsuri, Erased, Mushoku Tensei, Golden Rough, Kanojo wa Uso o Ai Shisugiteru, Karakuri Circus, Kengan Ashura e Tasogare Ryuseigun.

LEGGI DI PIÙ: Black Clover Creator segna il ritorno del manga con una nuova lettera | Il servizio manga di Square Enix suscita un dibattito sulla censura | Jujutsu Kaisen supera il traguardo principale dei manga

Se questo sito ti suona familiare, non è certo una sorpresa. Mangamura è uno dei più grandi siti che ospitano manga illeciti su Internet. Ha anche avuto problemi legali in precedenza poiché Romi Hoshino, il presunto amministratore del sito, è stato dichiarato colpevole di violazione del copyright nel 2021. Altre cause sono state intentate contro il sito da creatori come Ken Akamatsu. E ora, sembra che molti dei più grandi editori giapponesi stiano ora inseguendo il sito web stesso per milioni di dollari di danni.

READ  Naomi Osaka balla per le strade di Tokyo al suo ritorno in Giappone

Cosa ne pensi di questo ultimo gioco legale contro i pirati manga? Condividi i tuoi pensieri con noi nella sezione commenti qui sotto o contattami su Twitter @MeganPetersCB.

HT – ANN