Ottobre 20, 2021

Basilicata Press

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, reportage e podcast relativi all'Italia

I casi del governo in Giappone sono misteriosamente crollati e gli scienziati hanno alcune teorie sul perché

Casi Govt-19 in Giappone In un momento in cui altri paesi asiatici stanno combattendo contro l’aumento dei tassi di infezione, è misteriosamente sceso al livello più basso in quasi un anno.

I nuovi casi giornalieri a Tokyo sono scesi a 87 lunedì, il numero più basso dal 2 novembre 2020, e più di 5.000 al giorno durante le ondate di agosto più letali del paese.

Questa tendenza è visibile in tutto il paese, con una media di nuovi numeri giornalieri Le infezioni scendono a meno di 8.000 Nelle ultime tre settimane. Ma le ragioni alla base stanno separando gli esperti.

Mark Woolhaus, professore di epidemiologia presso l’Università di Edimburgo, ha affermato che la caduta è stata probabilmente dovuta alla variante del delta – la responsabile dell’ondata di agosto in Giappone – “che si muove rapidamente attraverso la popolazione”.

“I picchi per la variante delta sono taglienti. Salgono velocemente, scendono velocemente”, ha detto. io.

Ha mantenuto la caduta dei casi per lo più fino alle recenti restrizioni relative alle vaccinazioni e alle emergenze. Altri dicono che l’aumento estivo è finito a causa dei cambiamenti nel flusso di persone con meno viaggiatori in vacanza e che socializzano ora in Giappone.

Un’altra scuola di pensiero è che il virus arriva in circoli viziosi innescati da una certa età della popolazione.

Vaccini e controlli

Vaccino del Giappone Inizialmente era lento rispetto al Regno Unito e ad altri paesi del G7. I principali operatori sanitari sono stati arrestati il ​​17 febbraio, ma il rilascio degli anziani non è iniziato fino al 19 aprile.

Nel Regno Unito, il primo vaccino è arrivato l’8 dicembre 2020 e la prima vaccinazione è stata somministrata a quasi 800,00 persone entro la vigilia di Natale.

READ  Il video ha condiviso che la Cina "utilizzerà bombe nucleari" se il Giappone interverrà con Taiwan | Mondo | notizia

Tuttavia, il Giappone ha accelerato, somministrando ora una dose di oltre 158 milioni, con il 63,5 percento della popolazione di 12 anni e gemelli, il 57 percento della popolazione.

Inoltre, i residenti giapponesi hanno sopportato quasi sei mesi di restrizioni di emergenza, che avrebbero potuto impedire la diffusione di Kovit-19.

Il professor Wohouse ha detto: “Queste misure sono progettate per ridurre i casi, quindi hanno avuto successo”.

Sebbene il calo dei casi non sia una “sorpresa particolare”, il numero di casi è diminuito “velocemente”, ha affermato.

“Abbiamo visto per la prima volta lo stesso personaggio che ha colpito l’India nella prima ondata del Delta; è salito molto velocemente, è sceso molto velocemente”.

Il professor Woolhouse ha affermato che la variante delta ha un “tempo di generazione” più breve, ovvero quanto tempo impiega una persona affetta a infettarne un’altra.

Flusso delle vacanze estive

Hiroshi Nishiura, dell’Università di Kyoto, ha detto a Reuters, un importante epidemiologo e consigliere del governo giapponese, che il basso numero di casi potrebbe essere dovuto a cattiva condotta.

“Durante le vacanze, incontriamo persone che incontriamo raramente e c’è una notevole opportunità di mangiare insieme in un ambiente vivace”, ha detto.

Ha suggerito che le recenti ondate in Corea del Sud e Singapore potrebbero essere correlate alle vacanze, con le pause invernali occidentali che coincidono con le festività asiatiche che portano a un “sogno”.

Poiché Kovit-19 è noto come un virus stagionale a crescita invernale, altri esperti potrebbero non credere a questa teoria.

READ  Gli Stati Uniti beneficiano del passaggio della tecnologia taiwanese dalla Cina, ma il Giappone è in ritardo

Kenji Shibuya, ex direttore dell’Istituto per la salute della popolazione del King’s College, ha dichiarato a Reuters che è improbabile che la teoria del “flusso di persone” guidi il virus.

La signora Shibuya, che ha preso parte alla campagna di vaccinazione del Giappone, ha dichiarato: “È principalmente stagionale e non conosciamo il vaccino e alcune delle sue proprietà virali”.

Il professor Woolhouse ha affermato che i cambiamenti comportamentali hanno un ruolo da svolgere nella riduzione “completa” dei casi, ma “devono esserci altri fattori”.

Cicli del male

L’epidemiologo Jason Tetro è un sostenitore della teoria secondo cui il virus arriva in circoli viziosi.

Ha detto a Reuters che, a seconda di come un gruppo di età è immune in quel momento a causa di un vaccino o di un’infezione, i gruppi di adulti diventano il “carburante” per rimanere attivi.

“Senza rimuovere il virus, continuiamo a vedere picchi fino a quando l’85 percento della popolazione non sarà libero dal ceppo dominante”, ha affermato l’autore canadese Tetro. Codice germe.

“Questa è l’unica via d’uscita da questi circoli viziosi”, ha aggiunto.

Alcuni esperti affermano che il Covid-19 e le sue varianti operano su cicli di due mesi, ma Tetro ha affermato che il ciclo è un prodotto della “natura umana” piuttosto che di “madre natura”.

Il professor Wohouse ha affermato che l’argomento è “completamente incredibile” perché i picchi compaiono in alcune popolazioni, ma la malattia si diffonde poi ad altre parti della società e il picco viene assorbito nella curva generale dell’epidemia”.

Indipendentemente dal motivo del calo dei casi, gli esperti concordano sul fatto che sia tempo che il Giappone agisca prima del ritorno dell’inverno.

READ  Ginnastica-Giappone incorona il nuovo 'Re' perché Hashimoto vince ovunque

La signora Shibuya ha detto che c’era una finestra di “un mese”, quindi dobbiamo muoverci velocemente per proteggere i letti e accelerare la vaccinazione”.

Gli esperti non sono d’accordo sul motivo per cui i casi sono diminuiti in Giappone dall’epidemia mortale di agosto (Foto: Getty)

Che cosa Le lezioni sono Dal Giappone?

I dati comparativi lo mostrano Il Giappone ha gestito l’epidemia meglio di altri paesi del G7Nonostante le storie negative, i titoli dei principali media del paese sono frequenti.

Il Giappone ha una popolazione che invecchia, ma nonostante ciò, la mortalità pro capite è molto più bassa che nel Regno Unito e in altri paesi del G7. Il Giappone ha visto un totale di 17.421 morti per milione, mentre il Regno Unito ha visto 136.105 morti per milione. Japan Times.

Il Giappone ha avuto un certo successo nel rilevare e trattare precocemente Kovit-19.

Il paese con 111 persone per milione di abitanti ha il più alto numero di scanner CT individuali rispetto ai nove milioni della Gran Bretagna. Gli scanner TC possono identificare i pazienti con polmonite interstiziale legata al cov.

Il Giappone ha più antiossidanti di membrana extracorporei rispetto al Regno Unito. Quando viene utilizzato per il trattamento di pazienti con gozzo in terapia intensiva, il tasso di sopravvivenza è dell’80%.

Il Giappone ha più letti ospedalieri individuali rispetto al Regno Unito o a qualsiasi altro paese del G7, ma ci sono meno medici e infermieri per curare i pazienti.

Nonostante l’inizio tardivo dello sforzo di vaccinazione in Giappone, il 90% degli anziani è ora raddoppiato, mentre il Regno Unito è in ritardo con l’83%.