Dicembre 6, 2022

Basilicata Press

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, reportage e podcast relativi all'Italia

Guardia di polizia per Shunsuke Nakamura – L’originale giapponese Bhoy firma per Celtic

L’originale giapponese Bhoy firma per Celtic… dopo a drammatico sorteggio al Fir Park nella giornata di apertura della stagione 2005-06 e il spettacolo horror contro Artmedia Bratislava…

Il calcio internazionale giapponese Shunsuke Nakamura arriva all’aeroporto di Glasgow il 28 luglio 2005 per un incontro con il Celtic.. (Photo IAN STEWART/AFP via Getty Images)

Mentre un giocatore locale ha rivendicato un posto nella rivoluzione di Parkhead di Gordon Strachan, un altro calciatore dall’altra parte del mondo ha assistito alla partita di Motherwell dagli spalti, mentre un terzo uomo era in viaggio dall’Estremo Oriente all’East End di Glasgow. La rete di scouting del Celtic aveva portato l’Orient Express a far atterrare il regista giapponese Shunsuke Nakamura e il capitano della nazionale cinese Du Wei, un difensore centrale.

Foto: imago/Imaginechina. Du Wei firma per il Celtic (Celtic Glasgow, ri.)

Avrebbero continuato ad avere carriere molto diverse al Celtic.

Shunsuke Nakamura si era anche fatto le ossa in nazionale in una Coppa del Mondo della Gioventù, questa volta la finale malese del 1997. Ha segnato un gol all’inizio quando i giapponesi hanno battuto il Costa Rica 6-2, assicurandosi il passaggio della sua squadra da un girone che comprendeva anche Spagna e Paraguay. Il Giappone avrebbe continuato a battere l’Australia negli ottavi, prima di soccombere alla sconfitta ai tempi supplementari contro il Ghana.

Nello stesso quarto di finale, l’Uruguay avrebbe battuto una squadra francese che vantava Thierry Henry, David Trezeguet e Nicolás Anelka 7-6 ai calci di rigore. L’ex allenatore del Celtic Damien Duff aveva segnato una vittoria ai supplementari per la Repubblica d’Irlanda negli ottavi di finale contro il Marocco, gli irlandesi hanno poi battuto in modo memorabile la Spagna prima di perdere 1-0 contro una squadra argentina tra cui il meraviglioso Joan Roman Riquelme e Pablo Aimar in la semifinale.

Gli argentini avrebbero battuto i vicini Uruguay in finale – una rivincita della prima finale di Coppa del Mondo – mentre Duff avrebbe prodotto ancora una volta un vincitore negli spareggi con il Ghana, assicurando un’eccellente medaglia di bronzo per l’Irlanda.

Al suo ritorno dalla Malesia, Shunsuke ha firmato per Yokohama F Marinos, un club della sua città natale, di proprietà di Nissan Motors e dove aveva iniziato la sua carriera da giovane. Nel febbraio 2000, ha avuto il suo debutto internazionale da Philippe Troussier, in seguito nominato Most Valuable Player nella J-League. Era sempre presente quando il Giappone vinse la Coppa d’Asia in Libano in ottobre, prima di cadere in disgrazia con Troussier dopo una schiacciante sconfitta per 5-0 dal paese di origine dell’allenatore.

Nonostante abbia riguadagnato il suo posto poco prima della Coppa del Mondo del 2002, che si sarebbe svolta nel suo nativo Giappone e Corea del Sud, una combinazione di infortuni e competizione per i posti ha visto Shunsuke perdere un’apparizione da sogno.

Glasgow, REGNO UNITO: Il giocatore di football internazionale giapponese Shunsuke Nakamura arriva all’aeroporto di Glasgow Foto IAN STEWART/AFP via Getty Images

Un disilluso Nakamura ha quindi deciso di esercitare il suo mestiere all’estero e, nonostante l’interesse del Real Madrid, la sua prossima destinazione è stata la Serie A italiana con la neopromossa Reggina. Una prima stagione produttiva lì, in cui i suoi gol e assist sono stati vitali per “gli amaranto” mantenendo il suo status di massima serie, è stata coronata da un’ottima prestazione nella Confederations Cup 2003, svoltasi in Francia.

READ  Il 5 gennaio riprenderà il primo volo internazionale regolare per il Giappone

La doppietta di Nakamura allo Stade de France ha aiutato i giapponesi a vincere 3-0 nella prima partita sulla Nuova Zelanda, il regista di nuovo in porta nella sconfitta per 2-1 della sua squadra contro i padroni di casa a St Etienne. L’infortunio gli ha fatto saltare la sconfitta con un solo gol contro la Colombia, che ha segnato la fine della partecipazione del Giappone, tuttavia, i suoi tre gol sono stati sufficienti per guadagnarsi la Scarpa di bronzo dietro Thierry Henry e il turco Tuncay, perdendo il premio d’argento da un solitario assistere.

Il torneo sarà ricordato per i motivi più tristi, poiché la stella dell’Olympique Lyonnais Marc-Vivien Foe, all’epoca in prestito al Manchester City, è crollata ed è morta sul campo di casa durante la semifinale vinta dal Camerun contro la Colombia, lo stesso Stade de Gerland .a Lione, dove Henrik Larsson aveva subito un’orribile doppia frattura alla gamba quattro anni prima. In un delizioso tributo, Foe è stato insignito postumo del Pallone di Bronzo, Henry e Tuncay hanno nuovamente riempito i primi due posti.

Una stagione nazionale 2003/04 afflitta da infortuni si è conclusa alla grande, Nakamura ha votato il giocatore più prezioso mentre il Giappone ha mantenuto la Coppa d’Asia in Cina, battendo i padroni di casa e gli agguerriti rivali 3-1 in finale. Nakamura ora sfoggiava la famosa maglia numero 10 una volta indossata dal suo nuovo allenatore della nazionale, la superstar brasiliana Zico.

Contro di lui a Pechino c’era il futuro Celt Zheng Zhi. Sarebbe succeduto a Du Wei come capitano della nazionale e sarebbe diventato il secondo giocatore cinese a firmare per il Celtic, debuttando all’Ibrox sotto Tony Mowbray nella sconfitta per 2-1 nell’ottobre 2009. Incredibilmente, l’allora 38enne Zhi era ancora il capitano della Cina e ho ottenuto la sua 108esima presenza nella Coppa d’Asia 2019 tenutasi negli Emirati Arabi Uniti, mentre ero lì ad allenarmi per la Maratona di Tokyo e condividevo un hotel con una squadra del Celtic, come è successo durante il loro ritiro invernale nel ultime settimane del regime di Brendan Rodgers.

Zheng Zhi ha aperto il conto del suo paese 2004 dal dischetto nel pareggio per 2-2 con il Bahrain, mentre Shunsuke Nakamura ha fatto lo stesso con l’unico gol contro l’Oman, il regista giapponese che ha poi segnato il pareggio nella seconda partita, una vittoria per 4-1 Tailandia.

Zheng è andato ancora meglio con una doppietta di rigore nel finale nella vittoria per 3-0 della Cina nei quarti di finale sull’Iraq, mentre Nakamura ha sorprendentemente sbagliato il primo tiro dal dischetto, poi ha tirato un sospiro di sollievo quando il Giappone ha superato Jordan per 4-3.

READ  Hawaiian Airlines 'si prepara in attesa del mercato giapponese': CEO

Zheng ha trasformato il rigore di apertura quando la Cina ha vinto la semifinale con lo stesso margine contro l’Iran, tuttavia, la finale è andata a Nakamura, una prestazione da uomo della partita che si è assicurata un terzo titolo asiatico per il Giappone. In questa competizione c’era anche una terza futura stella del Celtic, il robusto difensore Cha Du-ri che ha svolto il suo mestiere con la squadra della sua città natale, l’Eintracht Frankfurt, diventando così il primo giocatore a rappresentare la Corea del Sud non essendo nato nel paese.

Il suo momento di gloria è arrivato nel primo tempo di recupero nell’ultima partita del girone contro il Kuwait, la terza in una vittoria per 4-0 ad assicurarsi la qualificazione.

Shunsuke Nakamura del Celtic batte Olivier Bernard dei Rangers durante i quarti di finale della CIS Cup, al Celtic Park, il 9 novembre 2005. Foto di Ian Stewart – AFP via Getty Images

Nakamura ha iniziato la sua terza stagione sull'”alluce” dell’Italia sotto il quinto allenatore, Walter Mazzarri, i suoi unici due gol nel 2004/05 si sono assicurati entrambi vittorie fondamentali per 1-0, mentre la Reggina è sfuggita alla retrocessione di soli due punti. Frustrato dal costante cambiamento manageriale e dai combattimenti annuali di sopravvivenza, cercò una mossa altrove.

Prima però, c’è stata la piccola questione della Confederations Cup 2005, che si terrà in Germania, il Giappone che rappresenta ancora una volta l’Asia nel suo ruolo di campioni continentali. I padroni di casa comprendevano il futuro Celt Andreas Hinkel, oltre a un giovane difensore che ha giocato una prova al Celtic Park sotto Martin O’Neill nel luglio 2000, prima di passare all’Aston Villa dal settore giovanile del Bayern Monaco, Thomas Hitzlsperger.

“Der Hammer” avrebbe avuto una bella carriera nelle Midlands, poi con il Vfb Stuttgart, vincendo la Bundesliga e 52 presenze in nazionale maggiore. È apparso nella Coppa del Mondo di casa del 2006 – dove i tedeschi hanno vinto il bronzo – poi a Euro 2008, quando hanno perso contro la Spagna nella finale di Vienna, Hitzlsperger ha saltato il taglio finale per la squadra del 2010. Dopo periodi meno produttivi alla Lazio, al West Ham, al Wolfsburg e all’Everton, si è ritirato nel 2013, diventando in seguito il calciatore professionista di più alto profilo che non si è mai dichiarato gay.

Mark Viduka celebra un obiettivo per Celtic v Rangers 27 dicembre 1999. Foto Mary Evans

Nel girone dei tedeschi c’era l’Australia, con l’ex attaccante del Celtic, Mark Viduka, che si avvicinava al suo 30esimo compleanno e giocava al Middlesbrough. Il suo torneo includerebbe solo il secondo tempo della sconfitta per 4-2 contro l’Argentina a Norimberga, poi il primo tempo della sconfitta per 2-0 contro la Tunisia a Lipsia.

Il Giappone è stato accoppiato con il Brasile, campione del mondo, nel Gruppo B. Hanno iniziato nel peggiore dei modi quando il Messico ha recuperato da un gol e ha vinto 2-1 ad Hannover, Nakamura ha sostituito dopo un’ora con le squadre bloccate sull’1-1. Tuttavia, si sono ripresi immediatamente con una vittoria con un solo gol sulla Grecia a Francoforte, Nakamura ha realizzato una prestazione da uomo della partita prima di lasciare il campo all’ultimo minuto.

READ  Notizie di viaggio: dove alloggiare, come viaggiare e cosa mangiare

Ha vinto di nuovo il titolo di fuoriclasse nell’ultima partita del girone contro i brasiliani a Colonia, Nakamura ha segnato il primo pareggio mentre i giapponesi hanno reagito due volte per un 2-2, i Blue Dragons hanno perso la qualificazione solo contro le brillanti stelle sudamericane .sulla differenza reti.

Shunsuke Nakamura dell’ex squadra di club italiana Reggina ha lasciato l’aeroporto di Narita il 28 luglio 2005 per Glasgow per unirsi al Celtic dopo aver firmato un contratto triennale. Nakamura, 27 anni, è passato alla Reggina dai giapponesi Yokohama Marinos nel luglio 2002 e ha segnato 11 gol in 80 partite di Serie A. Foto di JIJI PRESS/AFP tramite Getty Images

Con l’interesse del Giappone per la Confederations Cup, Nakamura ha valutato le sue opzioni. Il nuovo allenatore del Celtic Gordon Strachan era rimasto colpito dalle prestazioni del regista giapponese in Germania e, nonostante l’interesse di Bundesliga, Spagna, Italia e Inghilterra, Strachan avrebbe vinto la firma preziosa e per meno della metà della quota di 2,5 milioni di sterline dichiarata.

Nelle prossime stagioni, questo sarebbe stato il migliore con l’accordo Larsson in termini di rapporto qualità-prezzo. Ha anche innalzato il profilo del club nel suo paese natale, il Giappone, oltre ogni aspettativa, come ho osservato in prima persona durante una visita lì. Ora 44 anni, Shunsuke Nakamura gioca ancora nella massima serie giapponese con il club della città natale Yokohama FC, un calciatore meraviglioso, rispettato, venerato e adorato dai tifosi da Tokyo a Tollcross.

Mentre Du Wei sarebbe stato un osservatore dalla tribuna mentre il Celtic di Strachan ha giocato la sua prima partita dopo l’eliminazione europea da parte di Artmedia Bratislava – una partita casalinga di campionato con il Dundee United sabato 6 agosto 2005 – e sarebbe rimasto in panchina per alcuni tempo, Shunsuke Nakamura sarebbe sceso a terra correndo… e poi alcuni. Il suo debutto in quella giornata di sole è un momento JFK per me, il centrocampista giapponese è stato piuttosto scintillante, una gioia da guardare per me e per gli altri oltre 56.000 tifosi sul campo. I suoi tocchi sublimi hanno permesso al Celtic di dominare una squadra dello United con i futuri Bhoys Mark Wilson e Barry Robson, l’attaccante del Parkhead John Hartson che si è imposto alla mezz’ora segnando il suo quarto gol in campionato in due partite e mandando gli Hoops in vantaggio per 1-0 all’intervallo .

La traversa ha quindi impedito al Welsh Dragon del Celtic di realizzare due triplette consecutive, due volte il portiere dello United Derek Stillie si è arenato quando i colpi di testa di Hartson sono tornati in gioco dalla sua porta. L’esordiente Nakamura ha salvato il proprio pezzo forte fino a più tardi, una splendida punizione che stava urlando nell’angolo “sbagliato” prima che Stillie allungasse la punta del dito per toccarlo attorno al palo.

A sei minuti dalla fine, il genio giapponese ha lasciato il campo per una meritata standing ovation. È stato sostituito da Craig Beattie, il giovane attaccante ha poi sparato in un superbo tiro al volo su cross volante del compagno di riserva Shaun Maloney per aggiudicarsi la partita sul 2-0 a soli due minuti dalla fine.

Questo si sarebbe rivelato un punto di svolta nella prima stagione di Gordon Strachan al Celtic Park.

Ciao ciao,

Matt Corr

Segui Matt su Twitter @Boola_voga

Il nuovo libro di David Potter, Willie Fernie – Putting on the Style è presente nella nuova edizione di Celtic View che è ora disponibile e disponibile presso i Celtic Stores. Puoi anche ritirare il libro di Willie Fernie anche lì o ordinare direttamente da Celtic Star Books, link sotto…