Ottobre 2, 2022

Basilicata Press

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, reportage e podcast relativi all'Italia

Guai pandemici: si prevede che chiusure di ristoranti per famiglie raggiungano i primi 1.000 in Giappone

Dati Giappone

Economia


Gli operatori di ristoranti per famiglie hanno ridotto il numero di punti vendita in Giappone, spinti dalle cattive condizioni commerciali durante la pandemia di COVID-19.

La pandemia di COVID-19 ha accelerato la ristrutturazione dei ristoranti per famiglie in Giappone, comprese le chiusure dei punti vendita e i cambiamenti nel formato aziendale. Un recente sondaggio di Teikoku Databank ha mostrato che, a luglio 2022, 16 delle principali catene di ristoranti quotate gestivano 8.420 punti vendita di ristoranti per famiglie, offrendo pasti informali per persone di tutte le età. Si tratta di una diminuzione di 810 unità (circa il 9%) rispetto a dicembre 2019, prima della pandemia. Joyfull ha registrato il calo maggiore, chiudendo oltre 200 punti vendita, pari al 30% dei suoi punti vendita a gestione diretta.

Si ritiene che i clienti che non tornano ai ristoranti nei distretti degli affari a causa della diffusione del lavoro da casa, dell’alto costo delle materie prime e dei problemi con la sicurezza dei lavoratori part-time e di altre risorse umane abbiano portato a una maggiore spinta alla ristrutturazione. Secondo Teikoku Databank, se si prendono in considerazione i piani di ogni azienda per ulteriori riduzioni dei punti vendita, è altamente probabile che, nel complesso, ci sarà una diminuzione di oltre 1.000 punti vendita rispetto a prima della pandemia, con il numero di punti vendita per Le previsioni di marzo 2023 saranno circa 8.000.

Al contrario, c’è stata una tendenza crescente tra i ristoratori a rinominare i loro ristoranti esistenti passando a diversi formati di business. Osservando gli 8 ristoratori familiari su 16 che non avevano una specifica specializzazione aziendale e come fosse cambiato il formato del numero totale di punti vendita, l’aumento maggiore, di 1,2 punti rispetto a dicembre 2019, è stato visto nel passaggio al “fast food” affari, come gyūdon ciotole di manzo su riso, hamburger e altri snack caldi. Questo è stato seguito dallo stile business dei caffè, in rialzo di 0,9 punti, e dal barbecue yakiniku, in aumento di 0,4 punti. D’altra parte, il izakayaIl formato -style ha registrato il calo maggiore, scendendo di 1,1 punti nello stesso periodo. La domanda è diminuita in modo significativo per izakaya pub durante la pandemia e si sono verificati casi notevoli di chiusura di punti vendita non redditizi, simile alla situazione per i ristoranti per famiglie.

READ  Le famiglie giapponesi diventano meno tolleranti all'aumento dei prezzi dei generi alimentari: studio

(Scritto originariamente in giapponese. Foto banner © Pixta.)

ristoranti per famiglie
izakaya
COVID-19