Luglio 7, 2022

Basilicata Press

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, reportage e podcast relativi all'Italia

Giappone: primo caso di importazione parallela antitrust risolto con procedure di impegno

In breve

Il 25 marzo 2022, la Japan Fair Trade Commission (“JFTC”) ha annunciato la chiusura della sua indagine contro un importante produttore di racchette da tennis con sede negli Stati Uniti e il suo unico distributore autorizzato in Giappone, dopo aver accettato i piani di impegno proposti.

Questa è stata anche la prima azione esecutiva intrapresa dalla JFTC nei confronti di un fornitore estero in un caso di importazione parallela, suggerendo che la procedura di impegno introdotta nel dicembre 2018 potrebbe aver contribuito a superare le difficoltà di applicazione in tali casi. In passato, il JFTC ha preso di mira solo i distributori nazionali in sospette violazioni delle leggi sulla concorrenza che coinvolgono importazioni parallele.


Wilson Sporting Goods Co. (“Wilson“), e la sua sussidiaria e distributore unico autorizzato in Giappone, Amer Sports Japan, Inc. (“Amer“), era sotto inchiesta dal 2020 con l’accusa di interferenza con le transazioni degli importatori paralleli, che è vietata come pratica commerciale sleale ai sensi della legge antitrust giapponese (vale a dire la legge sulla proibizione del monopolio privato e il mantenimento del commercio equo, o il”AMA“). Il JFTC ha chiuso l’indagine dopo aver emesso l’avviso di Procedure di impegno e approvato i piani di impegno presentati da Wilson e Amer.1 Nei casi risolti nell’ambito delle Commitment Procedures, la JFTC non si pronuncia se la presunta condotta costituisca una violazione dell’AMA e, di conseguenza, nessuna sanzione è stata comminata a Wilson e Amer.

Secondo le linee guida del JFTC sulla distribuzione e le pratiche commerciali nell’ambito dell’AMA,2 le importazioni parallele promuovono la concorrenza sui prezzi in un mercato e, di conseguenza, se condotte per mantenere i prezzi, la sua ostruzione sarebbe considerata problematica ai sensi dell’AMA. L’ultima azione esecutiva riguardante le importazioni parallele è stata intrapresa nel 1998, e questo è il primo caso risolto nell’ambito delle procedure di impegno in cui non solo una filiale di vendita nazionale, ma anche la sua società madre statunitense erano obbligate a presentare piani di impegno.

READ  Morto a 91 anni il fumettista giapponese Sunbe Sato

Riepilogo del caso

(1) Condotta sospetta

Amer aveva ottenuto le racchette da tennis Wilson per giocatori avanzati da importatori paralleli giapponesi, che importavano le racchette da tennis dai rivenditori autorizzati all’estero di Wilson e le vendevano in Giappone a prezzi inferiori al prezzo di vendita al dettaglio di Amer. Su richiesta di Amer, utilizzando le informazioni sul numero di serie degli adesivi con ologramma sui prodotti, Wilson ha avvertito i distributori autorizzati all’estero di non vendere le racchette da tennis agli importatori paralleli giapponesi. Il JFTC ha ritenuto che tale condotta potesse essere considerata un’interferenza vietata nelle transazioni di un concorrente ai sensi dell’AMA, poiché impediva agli importatori paralleli giapponesi di importare da distributori autorizzati all’estero.

(2) Schema dei piani di impegno approvati dal JFTC

I piani presentati rispettivamente da Wilson e Amer e approvati dal JFTC includevano impegni a:

  1. approvare una delibera del consiglio di amministrazione in merito alla conferma della cessazione della condotta sospetta e ad altre questioni correlate;
  2. notificare agli importatori paralleli le misure adottate conformemente alla lettera a);
  3. garantire che tutti i dipendenti e le società del gruppo pertinenti siano informati sulle misure adottate in conformità con quanto sopra (a);
  4. non compiere analoghi comportamenti per il prossimo triennio;
  5. sviluppare un programma di conformità e condurre una formazione regolare per dirigenti, funzionari e dipendenti e regolari audit interni; e
  6. riferire al JFTC sull’attuazione delle misure richieste nell’ambito dei piani di impegno.

Wilson ha anche accettato di non applicare alcuna politica, in relazione alla vendita dei prodotti in Giappone, che vieti ai distributori autorizzati all’estero di vendere le racchette da tennis a importatori paralleli giapponesi su loro richiesta (cioè, di non imporre restrizioni alle vendite passive agli importatori paralleli giapponesi sui distributori esteri).

READ  La star del Celtic Tyson Meda aiuta il Giappone a vincere la Coppa del Mondo contro la Cina

implicazioni pratiche

Dall’entrata in vigore alla fine del 2018, le Procedure di Commitment sono state utilizzate in modo proattivo e questo è il 10° caso risolto nell’ambito delle procedure. Hanno consentito al JFTC di gestire i casi e di risolvere i problemi di concorrenza percepiti in modo più flessibile e tempestivo. Questo approccio ha ampliato le capacità di applicazione del JFTC e le tendenze future dovrebbero essere monitorate da vicino. Le aziende oggetto di indagine dovranno considerare attentamente come impegnarsi nell’indagine del JFTC tenendo presente il potenziale utilizzo delle Procedure di impegno.

Inoltre, il JFTC potrebbe aver avuto difficoltà in passato a condurre indagini e intraprendere azioni esecutive contro una società straniera. Nel prossimo futuro, la JFTC potrebbe indagare in modo più proattivo sulle società straniere, poiché le procedure di impegno consentono alla JFTC di affrontare i problemi di concorrenza con la cooperazione di una sospetta società estera. I produttori stranieri oi proprietari di marchi dovrebbero valutare attentamente eventuali restrizioni sui distributori che potrebbero influenzare la vendita dei loro prodotti e servizi in Giappone dal punto di vista dell’antitrust giapponese.


1 Cfr. il comunicato stampa del JFTC del 25 marzo 2022 (https://www.jftc.go.jp/en/pressreleases/yearly-2022/March/220325.html).
2 “Linee guida concernenti il ​​sistema di distribuzione e le pratiche commerciali ai sensi della legge antimonopolio”, JFTC, rivista il 16 giugno 2017 (https://www.jftc.go.jp/en/legislation_gls/210122.pdf).