Luglio 7, 2022

Basilicata Press

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, reportage e podcast relativi all'Italia

“Giappone intrighi e attrazioni in egual misura”

Monaco Friends of Japan introduce la cultura nipponica ai residenti di Monaco.

Da quando il Giappone ha aperto relazioni politiche e commerciali con l’estero nel 1853, l’Occidente è sempre stato curioso della cultura unica del Paese del Sol Levante. Con l’avvento di manga, videogiochi, sushi, ramen e tonkatsu, il Giappone è diventato un paese trendy che tutti sognano di visitare. Luogo di nascita dello Zen, vicino alla natura e allo stesso tempo all’avanguardia della tecnologia, il Giappone “intrighi e attrazioni in egual misura”Secondo Annie-Claire Benchimol, membro dell’Associazione Monaco Friends of Japan (AMJF) organizzazione no-profit, e moglie del suo presidente.

GUARDA ANCHE: Evento Cherry Blossom: Monaco fiorisce con le tradizioni giapponesi questa primavera

A Monaco, il Giardino giapponese, voluto dal principe Ranieri III nel 1994, ha contribuito a suscitare interesse per la terra famosa per i suoi ciliegi. Ora, l’Associazione Monaco Friends of Japan, creata nel 2019, svolge un ruolo complementare, contribuendo alla diffusione della ricca cultura del Giappone e rafforzando le relazioni tra il Principato e il Giappone.

L’AMFJ desidera condividere il suo amore per il Giappone attraverso le arti, i costumi, lo sport e gli affari e le organizzazioni almeno un’attività al mese. In tre anni, l’organizzazione no-profit ha creato corsi di Ikebana, un’arte floreale giapponese, manga, calligrafia o un’introduzione al giapponese per bambini, che si svolgono presso la Maison des Associations.

E non è tutto! Sabato 7 maggio si è tenuta una festa per bambini al Giardino Giapponese. Sono state organizzate molte attività, come uno spettacolo di tamburi giapponesi, una cerimonia del tè e diversi laboratori divertenti per i bambini.

L’AMFJ organizza anche concerti in cui vengono eseguiti i classici di ieri e di oggi, in particolare dall’Ensemble Iris, composto da due soprani, Yukako Custo Hiramori e Chinatsu Saito de Lagasnerie, un arpista, Mutsuko Uematsu e una pianista, Sabine Bernardi. L’emozione generata dalla musica è universale e può essere percepita intuitivamente. Tuttavia, i testi tradotti vengono visualizzati in background, per coloro che desiderano coglierne il vero significato.

Infine, nel 2021, al Monaco Yacht Club è stata varata la prima edizione del Monaco Sake Award. L’idea era quella di presentare per il bene di una giuria prestigiosa come Stéphane Valéri, presidente del Consiglio nazionale, Christian Garcia, capo chef del Palazzo del Principe, e Patrice Frank, capo sommelier dell’Hotel de Paris. I prodotti vincitori sono stati poi messi a disposizione del grande pubblico durante il concerto dell’Ensemble Iris. Forte del suo successo, è già prevista una nuova edizione che dovrebbe svolgersi nell’ottobre 2022.

© Associazione Monaco Amici del Giappone

Molti i progetti in programma

Purtroppo ostacolata dal Covid-19 fin dall’inizio, l’organizzazione è molto intraprendente e può contare su un team dinamico con molte idee e un obiettivo in mente: aiutare i residenti del Principato a scoprire la cultura giapponese. Yukako Custo Hiramori, vicesegretario dell’associazione, apprezza particolarmente la sua “apertura mentale“E Monaco multiculturale lo è.

L’associazione non ha intenzione di riposare sugli allori e sta già pensando a nuovi progetti come l’estensione delle lezioni di giapponese agli adulti, attività legate al cinema e forse anche corsi di cucina giapponese.

Scoprire di più: Associazione Monaco Amici del Giappone

READ  Il produttore di torte giapponese vende la borsa appositamente per portare in giro un cocomero