Agosto 7, 2022

Basilicata Press

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, reportage e podcast relativi all'Italia

DTM rivolto a produttori di Regno Unito, Stati Uniti, Giappone – Berger

La serie basata su GT3 ha attualmente sei produttori in griglia, un aumento significativo rispetto all’ultima stagione della sua regola di Classe Uno stabilita nel 2020.

Ad Audi e BMW lo scorso anno sono state aggiunte Mercedes, Ferrari e Lamborghini, mentre Porsche si è unita alla mischia quest’anno come parte di una lista di 29 vetture per l’intera stagione.

Tuttavia, l’organizzatore della serie ITR desidera aggiungere altri marchi alla griglia, con Berger che ha detto a media selezionati, tra cui Motorsport.com a Imola, che un marchio britannico era nella sua lista dei desideri.

L’Aston Martin è stata rappresentata nel DTM nel 2019, ma con uno sforzo del cliente finanziato dall’organizzazione svizzera R-Motorsport che non aveva alcun coinvolgimento in fabbrica e si è ritirata prima dell’inizio della campagna 2020.

Alla domanda di Motorsport.com se fosse più preoccupato di consolidare le reti attuali o di cercare più produttori da inserire nel 2023, Berger ha risposto: “Aggiungi altro, semplicemente perché ancora – va bene con Lamborghini e Ferrari abbiamo produttori italiani, ma sarebbe bello averne uno inglese, sarebbe bello averne uno americano, sarebbe bello averne uno giapponese. ”

Gerhard Berger

Foto di: Carl Bingham / Immagini di sport motoristici

ITR ha perseguito regole comuni con l’organizzatore del SUPER GT GTA che ha portato il marchio premium Toyota Lexus, Honda e Nissan a inviare auto alla finale del DTM 2019 a Hockenheim, mentre Audi e BMW hanno partecipato a una gara su invito con i clienti abituali del SUPER GT al Fuji nello stesso anno.

Mentre la classe GT500 di punta della SUPER GT sarebbe significativamente più veloce delle vetture GT3 utilizzate nel DTM, le vetture GT3 competono nella sua categoria secondaria GT300 in cui sono presenti anche Toyota, Nissan e Honda insieme a Subaru.

READ  Billie Jean King Cup 2022: il Giappone batte l'India 3-0

Alla domanda di Motorsport.com sul potenziale per riprendere il rapporto pre-pandemia di ITR con GTA, Berger ha detto: “Mantengo ancora i contatti con i giapponesi, con la Toyota, con la Honda, con la Nissan.

“È importante avere dei costruttori e ho sempre avuto un grande feeling per i giapponesi, sempre ottimi partner quando correvo e dopo.

“Quindi, ovviamente, manteniamo i contatti e vediamo cosa possiamo fare”.

Berger ha aggiunto che oltre ad aumentare il numero di auto, una priorità per DTM è investire nel marketing, “migliorando anche l’immagine e rendendo consapevoli i fan che questo è il campionato GT più difficile del mondo”.