Maggio 29, 2022

Basilicata Press

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, reportage e podcast relativi all'Italia

Dollaro in rialzo, sulla buona strada per il terzo giorno consecutivo di guadagni


FILE FOTO: In questa illustrazione dell’immagine, 21 gennaio 2016, si vedono euro, dollaro di Hong Kong, dollaro USA, yen giapponese, sterlina e banconote cinesi da 100 yuan, 21 gennaio 2016. REUTERS / Jason Lee

Di Chuck Mikolajczak

NEW YORK (Reuters) – Venerdì il dollaro è salito contro un paniere di valute principali, mettendolo sulla buona strada per il terzo giorno consecutivo di guadagni, poiché i prezzi del greggio hanno invertito la precedente debolezza e aumentato le pressioni affinché la Federal Reserve sia aggressiva nella lotta inflazione.

Dopo il calo iniziale, i prezzi del petrolio sono rimbalzati a seguito di un attacco missilistico che ha colpito l’impianto di stoccaggio della compagnia petrolifera statale dell’Arabia Saudita Aramco.

La guerra in Ucraina e il conseguente aumento dei prezzi delle materie prime ha aggiunto una pressione al rialzo all’inflazione già elevata.

L’indice del dollaro è salito dello 0,071%, con l’euro in calo dello 0,11% a $ 1,0984.

Il biglietto verde è pronto per un solido guadagno questa settimana, che segnerebbe il suo sesto guadagno settimanale negli ultimi sette. Il dollaro ha beneficiato del suo status di porto sicuro e il conflitto in Ucraina ha alimentato le aspettative che la Fed aumenterà i tassi di interesse.

“L’unica cosa su cui tutti possono essere d’accordo è che l’inflazione durerà più a lungo e molto di ciò sarà appiccicoso e ciò complicherà ciò che le banche centrali faranno alla fine”, ha affermato Edward Moya, analista di mercato senior, presso Oanda a New York. York.

“Probabilmente vedrai il dollaro guidare la carica con aumenti dei tassi, l’Europa ritarderà e quel differenziale dei tassi di interesse dovrebbe fornire un certo supporto per il dollaro”.

READ  USMEF introduce nuovi tagli e piatti nel settore della ristorazione giapponese

Unendosi ad altri analisti che hanno sollevato le aspettative per una Fed più aggressiva, la Bank of America venerdì ha affermato di aspettarsi due aumenti di 50 pb ciascuno negli incontri di giugno e luglio con “rischi” di quelli che verranno spostati rispettivamente a maggio e giugno.

Citi ha anche rivisto al rialzo il percorso della Fed per gli aumenti dei tassi, prevedendo aumenti di 50 punti base alle riunioni di maggio, giugno, luglio e settembre di quest’anno.

I dati economici hanno indicato che l’aumento dei prezzi e dei tassi di interesse ha iniziato a frenare alcune attività economiche.

I contratti per l’acquisto di case precedentemente di proprietà degli Stati Uniti sono scesi al livello più basso in quasi due anni a febbraio, mentre il sentimento dei consumatori è stato in parte intaccato dall’aumento dei prezzi della benzina, che ha spinto le aspettative di inflazione al livello più alto dal 1981.

L’euro ha ceduto i primi guadagni e si è indebolito, ed era sulla buona strada per il suo sesto calo settimanale su sette, anche se è probabile che le preoccupazioni per un rallentamento economico lo mantengano in un range ristretto.

Il morale degli affari tedeschi è peggiorato a marzo a causa del peggioramento dei problemi della catena di approvvigionamento dovuti ai prezzi elevati della benzina e alla carenza di conducenti, secondo un sondaggio mostrato venerdì.

Lo yen giapponese si è rafforzato dello 0,21% rispetto al biglietto verde a 122,07 per dollaro dopo aver toccato un nuovo minimo di 122,43, il più debole in più di sei anni, mentre la sterlina britannica è stata scambiata l’ultima volta a 1,3187 dollari, in rialzo dello 0,03% nella giornata.

READ  Il dollaro sta salendo mentre l'inflazione crea tassi più alti

Lo yen è stato sotto pressione, con la Banca del Giappone che dovrebbe mantenere la sua politica monetaria morbida, in contrasto con la maggior parte delle altre banche centrali in tutto il mondo.

Nelle criptovalute, il Bitcoin è salito l’ultima volta dell’1,24% a $ 44.448,50.

(Segnalazione di Chuck Mikolajczak; montaggio di Barbara Lewis e Jonathan Oatis)

(c) Copyright Thomson Reuters 2022. Fare clic per le restrizioni –
https://agency.migration.com/en/copyright.html