Agosto 7, 2022

Basilicata Press

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, reportage e podcast relativi all'Italia

Dash Living di Hong Kong acquisisce la società giapponese di alloggi flessibili IntheHood Hospitality

Dash Livinguna comunità di co-living assistita con sede a Hong Kong, ha annunciato martedì di aver ampliato la propria presenza in Giappone attraverso l’acquisizione di Tokyo Ospitalità In theHood tramite un accordo di fusione e acquisizione (M&A) basato su scambio di azioni.

Dash Living ha affermato in una dichiarazione che l’azienda gestirà ora oltre 1.800 unità nell’Asia del Pacifico e, con l’aggiunta del portafoglio IntheHood, avrà accesso a oltre 100 unità di spazi co-living a Tokyo, espandendo la sua presenza nella regione in modo aggressivo.

Secondo la dichiarazione, la condivisione dell’appartamento era meno comune in Giappone, quindi la scelta degli appartamenti per la maggior parte della classe operaia era limitata agli appartamenti più piccoli.

Ha affermato che gli alloggi in co-living per i giovani professionisti urbani sono sempre più popolari in Giappone e nelle principali città come Tokyo gli affitti sono alti e gli appartamenti possono richiedere fino a quattro o più mesi di costo iniziale, il che lo rende un impegno significativo.

Ha affermato che IntheHood, un operatore di hotel e appartamenti arredati a Tokyo, è stata fondata per soddisfare l’esigenza di “alloggio alternativo” nel mercato giapponese. L’azienda è specializzata nella conversione di immobili residenziali in prodotti per l’ospitalità e offre una collezione di appartamenti nelle migliori aree di Tokyo, tra cui Nihonbashi, Nippori, Otemachi, Tsukiji, Shinjuku, Meguro e Azabu.

“Siamo entusiasti di dare il via alla prossima fase della nostra espansione in Asia Pacifico (APAC) a Tokyo. I giovani professionisti di oggi stanno abbracciando qualcosa di più del semplice modo di vivere tradizionale e sono fiducioso che le opzioni di alloggio economiche, flessibili, tecnologiche e dinamiche di Dash Living si rivolgeranno al segmento dei millennial giapponese e oltre”, ha affermato Aaron Lee, fondatore e amministratore delegato Ufficiale di Dash Living.

READ  L'Omotenashi giapponese sostituito dall'avvertimento sugli stranieri: carta

“Il team di IntheHood ha un approccio simile a quello di Dash, con una solida spinta e l’ambizione di lavorare con noi per affrontare lo sviluppo del co-living nell’Asia del Pacifico. Stiamo già assistendo a una forte sinergia e a prospettive positive per la nostra crescita in Giappone”, ha aggiunto.

L’ex team di IntheHood comprende ex dirigenti di marchi di ospitalità internazionali, agenzie di viaggio online e società di private equity immobiliari. L’espansione di Dash Living in Giappone sarà sotto la guida del suo Chief Growth Officer – Wesley Wen e dell’ex team intheHood con Joel Yu.

L’accordo dovrebbe essere completato nel luglio 2022 mentre IntheHood entra in una fase di transizione per fondersi con Dash Living, nell’ambito della continua espansione di Dash Living nell’Asia del Pacifico.

Secondo la dichiarazione, la domanda dei clienti in APAC rimane forte, con gli spazi co-living di Dash Living in APAC che hanno raggiunto una media del 90% di occupazione nel 2021 nonostante la pandemia. Il crescente slancio di Dash Living riflette il continuo interesse degli investitori istituzionali a lanciare nuove proprietà e progetti in tutta la regione.

Dash Living è la nuova generazione di soluzioni di noleggio dell’Asia Pacifica a Hong Kong, Singapore, Tokyo e Sydney. È supportato da società di capitale di rischio MindWorks Ventures, Grosvenor, Taronga Ventures, Chinachem e altre.

La missione di Dash Living è creare una comunità globale di alloggi attraverso la condivisione di economie, tecnologia ed esperienze uniche degli inquilini, consentendo ai professionisti urbani più esigenti di vivere e prosperare in un mondo connesso.

Rukita acquisisce Infokost.id per rafforzare la sua posizione di leader di mercato nel settore Prop-Tech indonesiano