Agosto 7, 2022

Basilicata Press

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, reportage e podcast relativi all'Italia

Dall’Islanda: il cavo sottomarino darà all’Islanda l’accesso diretto alle telecomunicazioni in Giappone

fotografato da

Mappe del visualizzatore climatico

Una società con sede in Alaska sta posando un gigantesco cavo sottomarino dal Giappone all’Irlanda che si collegherà direttamente all’Islanda, riporta Frettablaðið. Ciò aprirebbe opportunità e mercati per i data center islandesi nell’Asia orientale.

“L’opportunità per noi è che il cavo arrivi nello stesso posto in Irlanda del nostro cavo”, afferma Þorvarður Sveinsson, CEO del fornitore di telecomunicazioni Farice. “Questo è un ottimo modo per noi di ottenere un collegamento diretto con il Giappone”.

Da tempo ci sono idee per la posa di un cavo dall’Europa all’Asia orientale attraverso l’Artico. Finora, tuttavia, il focus principale è stato sulla rotta orientale, a nord della Norvegia e lungo la lunga costa della Russia.

Far North Digital sta attualmente finanziando un cavo di 14.000 chilometri che andrebbe da Galway, sulla costa occidentale dell’Irlanda, a nord-ovest della costa della Groenlandia, delle isole canadesi, attraverso lo stretto di Bering e l’Oceano Pacifico meridionale fino al Giappone.

“Questo è un grande progetto”, afferma Þorvarður. Tuttavia, è soggetta a una riserva di finanziamento, che Far North Digital sta lavorando per ottenere da banche di investimento e grandi attori del mercato tecnologico, che richiede una grande larghezza di banda tra Europa e Asia.

Il cavo ÍRIS attualmente in fase di posa da Þorlákshöfn a Galway è lungo 1.780 chilometri. Ci sono già cavi per Danimarca e Scozia.

Þorvarður afferma che quasi tutto il traffico di rete generale dell’Islanda va da e verso l’Europa e continuerà a farlo nonostante il collegamento diretto con il Giappone. Tuttavia, si aprirebbero grandi possibilità per i data center islandesi, poiché esistono grandi mercati in Giappone, Corea del Sud e altrove.

READ  Le erbe da bagno La città incantata sono ora disponibili alla mostra Ghibli in Giappone

L’obiettivo è completare il progetto entro il 2026.