Maggio 29, 2022

Basilicata Press

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, reportage e podcast relativi all'Italia

Caffè, tè e lamentele al caffè anti-procrastinazione del Giappone

Tokyo (Reuters) – Gli scrittori che devono affrontare delle scadenze vanno al “Manuscript Writing Cafe” di Tokyo con la consapevolezza: non possono andarsene finché il loro lavoro non è finito.

Oh, e c’è una spinta per assicurarsi che si allaccino e finiscano.

Il luogo pulito e ben illuminato nella parte occidentale di Tokyo ha 10 posti riservati a scrittori, editori, mangaka e chiunque altro sia alle prese con la parola scritta e le scadenze. Caffè e tè sono illimitati e self-service e in ogni posto sono installate porte Wi-Fi e docking ad alta velocità.

I clienti entrano, annotano i loro nomi, scrivono gli obiettivi e il tempo che intendono finire. Possono anche chiedere controlli sullo stato di avanzamento mentre lavorano, con “lieve” che chiede loro semplicemente se hanno finito mentre pagano e “normale” è un check-in ogni ora.

Coloro che scelgono “duro” sentiranno la pressione silenziosa del personale che sta spesso dietro di loro.

Il proprietario Takuya Kawai, 52 anni e scrittore lui stesso, ha detto che sperava che le regole rigide avrebbero aiutato le persone a concentrarsi.

Takuya Kawai, proprietario del Manuscript Writing Cafe, mostra un foglietto su cui i clienti scrivono i loro obiettivi.

KIM KYUNG-HOON / REUTERS

“Il caffè è diventato virale sui social media e la gente dice che le regole fanno paura o che sembra di essere guardato da dietro”, ha detto il geniale Kawai, mostrando una bacheca con i nomi dei clienti che hanno completato i loro compiti e se ne sono andati.

“Ma in realtà invece di monitorare, sono qui per supportarli… Di conseguenza, ciò che pensavano avrebbe richiesto un giorno è stato effettivamente completato in tre ore, oppure le attività che di solito richiedono tre ore sono state eseguite in una”.

Il bar addebita 130 yen ($ 1,01) per i primi 30 minuti e poi 300 yen ($ 2,34) ogni ora di successo. Sebbene alcune persone siano rimaste oltre l’orario di chiusura ufficiale, alla fine tutte hanno portato a termine il loro lavoro.

Emiko Sasaki, 37 anni e scrittrice di blog, ha affermato di aver apprezzato l’opportunità di essere libera dai fastidiosi social media e dalle telefonate.

“È bello potersi concentrare sulla scrittura”, ha detto, completando il suo obiettivo di tre articoli sul blog in tre ore.

Il caffè, originariamente uno spazio per il live streaming, è stato duramente colpito dalla pandemia di coronavirus, ma ora Kawai è fiducioso mentre il passaparola si diffonde sul suo nuovo formato.

“Non so che tipo di lavoro potrebbe nascere, ma sono orgoglioso di poter offrire il mio sostegno affinché le cose scritte qui possano essere pubblicate in tutto il mondo”, ha detto.

Immagine in alto: i clienti lavorano ai loro progetti presso il Manuscript Writing Cafe a Tokyo, in Giappone, il 21 aprile 2022. Credit: KIM KYUNG-HOON / REUTERS.