Ottobre 2, 2022

Basilicata Press

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, reportage e podcast relativi all'Italia

Aumenta la pressione sul Giappone per tornare al turismo senza restrizioni entro la fine del mese Giappone

Giappone potrebbe tornare al turismo sfrenato entro la fine del prossimo mese, poiché le pressioni sul governo per porre fine Covid-19 restrizioni di viaggio e incassare uno yen debole.

Secondo quanto riferito, i funzionari stanno valutando la rimozione dell’attuale limite giornaliero di 50.000 arrivi, che include il ritorno dei residenti, e il ritorno all’esenzione dal visto. Secondo quanto riportato dai media, anche una regola che richiede ai viaggiatori individuali di effettuare prenotazioni tramite agenzie di viaggio potrebbe essere revocata.

Il Giappone ha vissuto un boom turistico negli anni precedenti l’inizio della pandemia all’inizio del 2020, ma da allora ha imposto alcune delle restrizioni di viaggio più severe al mondo.

Alla fine dell’anno scorso ha introdotto un divieto di viaggio quasi totale in mezzo a un’impennata globale di infezioni guidata dalla variante Omicron altamente trasmissibile, suscitando critiche da parte di lavoratori, studenti e altri che si sono trovati efficacemente chiuso fuori del paese mentre altre nazioni del G7 hanno iniziato ad aprirsi.

Il primo ministro, Fumio Kishida, ha subito pressioni da parte delle imprese per allentare le restrizioni per aiutare la terza economia più grande del mondo a riprendersi dalla pandemia, ha affermato l’agenzia di stampa Kyodo.

Il segretario capo del gabinetto, Hirokazu Matsuno, ha affermato questa settimana che il governo sta cercando di allentare le restrizioni Covid-19 “mantenendo un equilibrio tra la prevenzione della diffusione dell’infezione e la promozione delle attività sociali ed economiche”.

Il Giappone la scorsa settimana ha alzato il tetto giornaliero per i viaggiatori in entrata da 20.000 a 50.000 e i viaggiatori che sono stati vaccinati almeno tre volte non sono più tenuti a sottoporsi a un test Covid-19 entro 72 ore dalla partenza.

I funzionari sperano che la fine delle restrizioni aumenterà il numero di visitatori, anche se i residenti in alcune destinazioni popolari lo sono prudente di un ritorno al “inquinamento da turismo” che ha rovinato i loro quartieri prima della pandemia.

Solo 245.900 visitatori stranieri sono entrati in Giappone l’anno scorso, il numero più basso da quando sono stati tenuti i record nel 1964. Nel 2019, invece, un record di 31 milioni di persone ha visitato dall’estero, mentre il governo ha fissato un obiettivo ambizioso di 60 milioni entro la fine di questo decennio . .

Tra gli avvertimenti degli analisti di una spesa al consumo fiacca, i funzionari sperano che i turisti saranno attratti dallo yen debole, che è recentemente crollato ai minimi storici rispetto al dollaro.

La piena ripresa dei viaggi in entrata potrebbe generare ¥ 6 trilioni di yen ($ 42 miliardi) di spesa turistica, secondo una stima di Barclays Securities riportata dal quotidiano economico Nikkei.

READ  Il Campionato del Mondo inizierà a Kitakyushu, in Giappone