Dicembre 9, 2022

Basilicata Press

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, reportage e podcast relativi all'Italia

Arena Mercato: Giappone | Guida globale all’arena

Essendo la terza economia più grande del mondo, il Giappone è stato relativamente rapido nel chiudere i suoi confini sulla scia della pandemia globale, imponendo inizialmente restrizioni di quarantena ai visitatori provenienti dalla Cina e dalla Corea del Sud all’inizio di marzo. A metà marzo, questo è stato esteso ai visitatori di alcune regioni della Spagna, dell’Italia e della Svizzera, nonché di tutta l’Islanda. All’inizio di aprile, questo è stato ulteriormente ampliato per includere altri 73 paesi e regioni.

L’impatto sui tour internazionali è stato immediato e il Giappone opera ancora con restrizioni alle frontiere più severe, soprattutto per i turisti, rispetto alla maggior parte dei principali mercati globali.

Agli artisti internazionali, tuttavia, è stato permesso di esibirsi nel paese dalla primavera e il Fuji Rock Festival alla fine di luglio 2022 ha visto esibirsi artisti importanti come Vampire Weekend, Jack White, Halsey, Mogwai e Bonobo.

Il Nippon Budokan di Tokyo è senza dubbio il luogo di musica più famoso del Giappone, sicuramente per artisti internazionali, aiutato in gran parte da artisti come Bob Dylan e Cheap Trick che pubblicano album dal vivo registrati lì.

Agli artisti internazionali, tuttavia, è stato permesso di esibirsi nel paese dalla primavera…

Fu originariamente costruito per ospitare le gare di judo nelle Olimpiadi estive del 1964, con i Beatles nel 1966 che divennero il primo gruppo internazionale a suonare lì.

Con una capacità di 14.471 persone, ha ospitato artisti internazionali come Eric Clapton, John Mayer, Pet Shop Boys, Nickelback e Janet Jackson nel 2019, ma l’impatto della pandemia ha fatto sì che da allora si siano svolti spettacoli internazionali limitati, anche se Norah Jones è programmato per suonare nel locale nell’ottobre di quest’anno.

READ  I prezzi degli immobili australiani battono il record del PIL dei terreni residenziali del Giappone del 1989

Il Tokyo Dome è stato inaugurato nel 1988 come stadio di baseball, sebbene ospiti anche concerti di musica ed è conosciuto localmente e colloquialmente come The Big Egg. Ha un tetto in membrana di fibra di vetro da 400 tonnellate supportato da ventole di ventilazione pressurizzate.

Al suo massimo, può ospitare 55.000 persone, ma ha tenuto solo una manciata di concerti negli anni successivi alla pandemia. Nel 2019, tuttavia, si sono esibiti lì artisti come Kiss, Ed Sheeran, Maroon 5 e Blackpink. Justin Bieber suonerà due serate al Tokyo Dome a novembre, mentre i Maroon 5 torneranno a dicembre.

Il Tokyo Dome è stato inaugurato nel 1988 come stadio di baseball, sebbene ospiti anche concerti di musica ed è conosciuto localmente e colloquialmente come The Big Egg.

Lo Yoyogi National Gymnasium è stato inaugurato nell’ottobre 1964, pochi mesi dopo l’apertura del Budokan, con una capacità di 13.291 persone. Ha un design del tetto curvo e sospeso che lo rende uno dei luoghi più suggestivi del paese. Viene utilizzato principalmente per eventi sportivi, ma Britney Spears si è esibita lì per due notti nel giugno 2017 come parte del suo tour mondiale. Mentre gli artisti internazionali suonano lì, sono gli artisti J-pop che sono i suoi visitatori musicali più frequenti.

Una nuova sede da 15.000 posti è stata aperta a Tokyo nel febbraio 2020, contribuendo a far fronte a una percepita carenza di importanti punti vendita di musica dal vivo nella capitale.

L’Ariake Arena, la cui costruzione è costata 350 milioni di dollari (350 milioni di euro), è stata ampiamente utilizzata durante le Olimpiadi di Tokyo (rinviate all’estate 2021). È composto da un’arena principale e da una “sottoarena”.

Una nuova sede da 15.000 posti è stata aperta a Tokyo nel febbraio 2020, contribuendo a far fronte a una percepita carenza di importanti punti vendita di musica dal vivo nella capitale.

Il presidente di Live Nation Japan, John Boyle, ha dichiarato a IQ nel 2019 che la città, in termini relativi, ha sedi di grandi dimensioni insufficienti rispetto ad altre capitali. “Tokyo ha una popolazione di 37 milioni di persone e per un mercato così grande, ci sono cinque o sei sedi con una capacità superiore a 10.000 persone”, ha affermato. “A Los Angeles, ce ne sono probabilmente 15 o 20 per un mercato che è una frazione delle dimensioni”.

READ  Olympics-Figure Skating-Govt Tutto lasciato senza allenatore, alcuni pattinatori si sentono vuoti

Yokohama è la seconda città del Giappone e si trova a sud di Tokyo. Nonostante la sua vicinanza alla capitale, vanta una serie di luoghi importanti.

La Yokohama Arena è stata inaugurata nel 1989 e ha una capacità di 17.000 persone. Ospiterà Disney On Ice questo agosto. Nel corso degli anni vi si sono esibiti grandi artisti internazionali come Frank Sinatra, Whitney Houston e Mariah Carey.

La costruzione è iniziata nel 2020 sulla K Arena Yokohama da 20.000 posti, e dovrebbe essere aperta nell’autunno del 2023. Farà parte del più ampio complesso Music Terrace, e Ken Corporation, la società immobiliare di lusso dietro di essa, afferma che lo farà essere il più grande luogo di musica al coperto appositamente costruito in qualsiasi parte del mondo quando aprirà il prossimo anno.

“A Los Angeles, ce ne sono probabilmente 15 o 20 per un mercato che è una frazione delle dimensioni”.

Saitama si trova a nord di Tokyo ed è la città più popolosa della prefettura di Saitama, unendo quattro ex singole città (Urawa, Ōmiya, Yono e Iwatsuki).

La Saitama Super Arena è stata inaugurata nel 2000 e può contenere 37.000 persone in modalità stadio e 22.500 persone in modalità arena. Era un luogo chiave nei Giochi Olimpici del 2020, dove avrebbe potuto contenere 20.000 persone, sebbene durante i giochi non fosse consentito l’accesso a nessuno spettatore.

Sebbene sia utilizzato per basket, pallavolo, boxe, pattinaggio artistico e arti marziali durante tutto l’anno, si stima che il 70-80% delle sue prenotazioni sia legato alla musica. Gli artisti internazionali che hanno suonato lì prima delle restrizioni della pandemia includono Bruno Mars, Madonna, BTS, U2 e Queen & Adam Lambert.

READ  Lisa's Wanderings Around Japan/ Lafcadio Hearn Museum: in onore di uno scrittore nippofilo che una volta visse a Matsue

Naoki Hayashi, direttore generale della Saitama Super Arena, afferma: “Le restrizioni del Covid-19 sono state allentate questa primavera, consentendo ad artisti internazionali di venire in Giappone, e la Saitama Super Arena ha ospitato spettacoli tra cui Guns N’ Roses e altri, mentre altri luoghi hanno avuto spettacoli di Lady Gaga e Billie Eilish. Durante il Covid, la Saitama Super Arena ha anche ospitato molte esibizioni di artisti nazionali, compensando la perdita di artisti internazionali”.

Osaka potrebbe essere un quarto delle dimensioni di Tokyo, ma ha una serie di grandi arene con cui attrarre sia star nazionali che artisti internazionali in tournée.

Hayashi aggiunge che il rigging migliorato, l’installazione di reti 5G e ad alta velocità e la segnaletica digitale hanno contribuito a modernizzare la sede negli ultimi anni.

Essendo la terza città più grande del Giappone, Osaka potrebbe essere un quarto delle dimensioni di Tokyo, ma ha una serie di grandi arene con cui attrarre sia star nazionali che artisti internazionali in tournée.

L’Aichi Prefectural Gymnasium di Nagoya è stato aperto nel 1964 – un anno importante per l’apertura delle arene nel paese (vedi sopra) – e ha una capacità di 7.515. Atti come Sarah Brightman, Boston e KISS hanno suonato lì negli ultimi dieci anni, mentre Il Divo ha suonato lì a marzo di quest’anno, rendendoli uno dei primi artisti internazionali a suonare in Giappone mentre il paese iniziava lentamente ad aprirsi nel scia della pandemia.