Dicembre 9, 2022

Basilicata Press

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, reportage e podcast relativi all'Italia

Aramco afferma che i colloqui sull’idrogeno con il Giappone e la Corea del Sud stanno avanzando

Saudi Aramco sta facendo progressi nei colloqui per fornire idrogeno blu all’Asia nei prossimi cinque anni, secondo il chief technology officer dell’azienda.

“Siamo in seri negoziati con un certo numero di attori”, ha detto Ahmad al-Khowaiter in un’intervista al vertice sul clima COP27 in Egitto. “La Corea del Sud e il Giappone sono, direi, quelli più avanti nelle discussioni”.

La più grande compagnia petrolifera del mondo vuole diventare un importante esportatore di idrogeno blu. Il carburante è visto come fondamentale per la transizione verso un’energia più pulita. È realizzato convertendo il gas naturale e catturando l’anidride carbonica emessa nel processo.

Aramco sta spendendo “molti miliardi di dollari” per l’idrogeno blu, ha detto al-Khowaiter.

Mira ad avviare le spedizioni – principalmente sotto forma di ammoniaca, in cui l’idrogeno viene spesso convertito per facilitarne il trasporto – intorno al 2027, ha affermato. Finora, Aramco ha inviato solo carichi di prova.

Gran parte del gas per l’idrogeno blu di Aramco proverrà dal massiccio giacimento Jafurah dell’Arabia Saudita. La società ha dichiarato che spenderà più di 100 miliardi di dollari per svilupparlo.

Anche il principale produttore di energia nei vicini Emirati Arabi Uniti sta investendo nell’idrogeno blu e sta esaminando le spedizioni in Asia. Adnoc è in trattative con compagnie elettriche tra cui la giapponese Mitsui e la sudcoreana GS Energy.

Aramco si concentrerà principalmente sull’idrogeno blu, secondo al-Khowaiter, anche se investirà in una varietà verde del carburante attraverso un fondo di sostenibilità da 1,5 miliardi di dollari annunciato il mese scorso. L’idrogeno verde viene prodotto quando l’energia solare ed eolica viene utilizzata per dividere gli atomi d’acqua, con conseguente assenza di emissioni di carbonio.

READ  I prezzi all'ingrosso in Giappone continuano ad aumentare poiché i costi di importazione hanno raggiunto livelli record

La tecnologia per la produzione di idrogeno blu e verde su larga scala non è ancora stata dimostrata. Ma il mercato potrebbe valere 700 miliardi di dollari all’anno entro il 2050 se i produttori riuscissero a ridurre i costi, secondo BloombergNEF.

“La maggior parte del nostro investimento sarà nell’idrogeno blu e questo perché l’idrogeno blu è molto più competitivo”, ha affermato al-Khowaiter. “Il costo è molto più basso ed è quello che serve ora per far penetrare l’idrogeno nel mercato. Alla fine, l’idrogeno verde diventerà competitivo. Crediamo negli anni 2030”.