Settembre 24, 2021

Basilicata Press

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, reportage e podcast relativi all'Italia

Apple annuncia una nuova soluzione con il Giappone per consentire agli sviluppatori di connettersi a siti Web esterni – TechCrunch

Apple ha concesso al controller giapponese il permesso di sviluppare processori “lettori” da collegare ai propri siti Web per gestire i propri account. Questa modifica entrerà in vigore all’inizio del 2022.

In quest’ultimo sviluppo, Settlement in Japan, la Japan Fair Trade Commission (JFTC), costringerà Apple a modificare le sue politiche sulle applicazioni di lettura per l’utilizzo dei suoi contenuti da parte degli acquirenti. Le app di lettura includono non solo app per la lettura, ma anche app che accedono a contenuti multimediali “acquistati” o sottoscritti nel cloud per consentire agli utenti dell’app di consumare. Ciò include riviste digitali, giornali, libri, audio, musica e video e l’elenco include Netflix, Spotify, Audible e Dropbox.

“Abbiamo grande rispetto per la Fair Trade Authority del Giappone e apprezziamo il lavoro che abbiamo svolto insieme, che aiuta gli sviluppatori di app dei lettori a rendere più semplice per gli utenti la gestione delle loro app e dei loro servizi, proteggendo allo stesso tempo la loro privacy”, ha affermato Bill Schiller, che supervisiona l’App Store di Apple.

Prima che la modifica entri in vigore il prossimo anno, Apple continuerà ad aggiornare le sue linee guida e il processo di revisione per gli utenti delle applicazioni di lettura, secondo il suo rapporto.

Apple sta applicando questa modifica a tutte le applicazioni di lettura in negozio in tutto il mondo.

Apple sembra prendere a bordo lo studio che deve affrontare tra i legislatori, gli sviluppatori e il pubblico in generale. La scorsa settimana, quello Annunciato Molti aggiornamenti che consentono agli sviluppatori una maggiore flessibilità per i propri clienti e La società ha inoltre lanciato un programma News Partner a sostegno dei giornalisti locali.

READ  Inondazioni e frane colpiscono il Giappone, costringendo milioni di persone a cercare riparo Giappone

Sebbene gli sviluppatori e altri piangano da anni per le pratiche ristrette dell’App Store, Apple ha mantenuto a lungo le sue politiche per la protezione dei consumatori e la creazione di esperienze utente più coerenti.

Queste critiche sono diventate più forti con l’evoluzione della tecnologia, dei metodi di pagamento e delle abitudini dei consumatori. In questo senso, non solo l’Asia e gli Stati Uniti sono mercati, ma i legislatori stanno finalmente iniziando a prendere più provvedimenti su questo problema. In Australia, la Commissione per la concorrenza e i consumatori sta anche valutando le normative relative ai metodi di pagamento digitali, regole che riguardano non solo Apple, ma anche altri attori dominanti come Google e Vizat.

E questa settimana, La Corea del Sud è stato il primo paese a impedire ad Apple e Google di imporre il proprio metodo di pagamento quando effettuavano acquisti sul processore.

Apple ha più di 30 milioni di sviluppatori registrati che realizzano processori iOS.